Esce dal carcere e aggredisce di nuovo l’ex: provvedimento di allontanamento

L’uomo era libero dal 3 dicembre ma ieri si è rifatto vivo. Il procuratore Ercolani applica l’ordinanza grazie alla nuova legge Roccella: non potrà avvicinarsi a meno di un chilometro

Il procuratore di Rimini, Davide Ercolani

Il procuratore di Rimini, Davide Ercolani

Rimini, 10 dicembre 2023 –  Aveva appena finito di scontare un condanna per stalking nei confronti dell'ex moglie. Ma l'uomo, tornato in libertà dopo un anno e mezzo in carcere, ieri mattina è tornato ad aggredirla. Dopo aver individuato l'auto della compagna in via Roma, le si è affiancato tentando di sfondare il finestrino dell'auto. La donna è riuscita a scappare e si è rifugiata in un distributore di benzina, da dove ha chiamato il 112.

Poco dopo sul posto sono arrivati i carabinieri, a cui la donna, ha raccontato cosa aveva dovuto subire per l'ennesima volta dal suo ex. E poche ore dopo il sostituto procuratore Davide Ercolani ha emesso contro l'uomo, un 49enne (originario della provincia di Cuneo ma da anni residente nel Riminese) il provvedimento urgente di allontanamento: dovrà stare sempre a una distanza di non meno di un chilometro dalla donna.

L'ordinanza è stata applicata grazie alla nuova legge Roccella, che rafforza le norme del Codice rosso per la tutela delle vittime di violenza, entrata in vigore l'8 dicembre. Quello adottato a Rimini è uno dei primissimi provvedimenti presi sulla base della nuova legge, per la gravità dei fatti e il pericolo di reiterazione: l'uomo, difeso dall'avvocato Piergiorgio Tiraferri, era uscito dal carcere il 3 dicembre.

"Ringraziamo la Procura e le forze dell'ordine per il tempestivo intervento - dice l'avvocato Giuliano Renzi, che assiste la donna -. Stiamo parlando di un soggetto violento, molto pericoloso, che più volte in passato ha aggredito l'ex compagna ed era arrivato ad accamparsi con una tenda sotto casa sua... Senza un provvedimento efficace e rapido, c'era il concreto rischio di assistere a una nuova tragedia".