Villa Verucchio: inaugurazione del Campus. I laboratori con le macchine e alcuni studenti
Villa Verucchio: inaugurazione del Campus. I laboratori con le macchine e alcuni studenti

Rimini, 29 gennaio 2019 - Il lavoro c’è. Il problema vero è che per alcune figure specializzate non si trovano persone abbastanza qualificate per ricoprire i ruoli. E’ la fotografia scattata dalla Camera di commercio di Rimini e Forlì-Cesena. Nel periodo tra gennaio e marzo, secondo l’indagine Excelsior elaborata dalla Camera, in provincia di Rimini sono previste assunzioni per quasi 8mila posti di lavoro (7.990 per la precisione).

Ma non tutte le aziende riusciranno a trovare il personale che stanno cercando, soprattutto per quanto riguarda i tecnici da impiegare nella produzione e in campo informatico e ingegneristico. Per le imprese «nel 60% dei casi i tecnici sono introvabili e restano le figure più difficili da reperire». E’ un tema non nuovo, ma che resta drammaticamente attuale. «A livello nazionale – ricorda il presidente di Confindustria Romagna, Paolo Maggioli – si stimano nel triennio quasi 200mila posti di lavoro vacanti, per la mancanza di figure appropriate». Che sono soprattutto «i tecnici specializzati, di cui le imprese avrebbero tanto bisogno». 

«L’apertura di ‘Campus’ di Smc è la dimostrazione di quanto le imprese del territorio siano attente alla formazione e alla ricerca – dice ancora il presidente di Confindustria Romagna, Paolo Maggioli –. Oggi più che mai le aziende devono investire nell’innovazione e nelle tecnologie, e questo progetto di Scm è davvero ambizioso e nasce con numeri importanti». Ma ‘Campus’ è anche un’iniziativa «che può colmare il gap che abbiamo nel territorio riminese nel mercato del lavoro tra domanda e offerta. Le aziende hanno difficoltà a reperire figure specializzate nelle materie tecniche, il mondo del lavoro cambia a ritmo vertiginoso e avere l’opportunità di potersi formare direttamente all’interno dell’impresa è determinante».

LEGGI ANCHE Rimini, albergatori senza personale. "I piatti? Devo lavarli io"

Le aziende del manifatturiero sono tra le più impegnate nella ricerca di nuovo personale, insieme a quelle del turismo e del commercio. Vengono stimate 1.550 offerte di lavoro per camerieri, cuochi e altri addetti negli hotel e nelle strutture turistiche. Si cercano anche 540 commessi per i negozi e i punti vendita all’ingrosso. Oltre 900 le offerte per tecnici e impiegati specializzati, compresi 120 posti per progettisti, ingegneri, architetti. Non a caso la richiesta di laureati da parte delle aziende riminesi è in crescita e costituisce il 13% del totale. Altissima è anche la richiesta di operai specializzati: ci sono posti per oltre 1.500, di cui 400 nelle imprese metalmeccaniche ed elettromeccaniche e altrettanti nelle aziende attive nell’edilizia (incluse quelle specializzate nella manutenzione degli edifici). C’è anche un gran bisogno di personale non specializzato, tanto nell’industria tanto nel commercio e nei servizi alla persona: sono 1.200 le offerte di lavoro stimate.

Per quanto riguarda le varie tipologie di contratto, oltre l’80% delle offerte di lavoro è per impieghi da dipendente. Il 77% è per posti di lavoro a tempo determinato, proposti sopratutto dalle aziende con meno di 50 dipendenti. Infine uno sguardo all’età: i giovani sotto i 30 anni in cerca di impiego rappresentano un quarto della domanda.

Per consultare le offerte di lavoro disponibili si può consultare il Centro per l'impiego. La sede centrale è a Rimini in piazzale Bornaccini 1, il telefono è 0541.363911. Di seguito gli orari di apertura: lunedì: dalle 9 alle 13; martedì dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 16.30; mercoledì: dalle 9 alle 13; giovedì: dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 16.30; venerdì: dalle 9 alle 13.