MANUEL SPADAZZI
Economia

Rimini, voli per Londra, Francoforte e Parigi. Ieg scende in pista

Da mesi la Fiera lavora con le istituzioni per il rilancio dello scalo: "I collegamenti internazionali sono fondamentali per le manifestazioni, faremo la nostra parte contribuendo alle nuove rotte"

Voli da Rimini per Londra, Francoforte e Parigi

Voli da Rimini per Londra, Francoforte e Parigi

Rimini, 5 luglio 2023 – La ’rotta’ l’aveva indicata già indicata qualche mese fa Lorenzo Cagnoni. Per Ieg poter contare su più voli dall’Europa "è fondamentale, per la crescita di manifestazioni fieristiche e congressuali". La Fiera, aveva spiegato il presidente di Ieg, è pronta a fare la sua parte, anche economicamente, per aiutare il piano di sviluppo dell’aeroporto e portare nuovi voli a Rimini.

Un lavoro che è andato avanti in questi mesi, con il tavolo permanente sul ’Fellini’ avviato dal sindaco di Rimini e presidente della Provincia Jamil Sadegholvaad con istituzioni e operatori del territorio. E che, sperano da Ieg, possa portare a risultati importanti già dal 2024. Perché il ’Fellini’, che nei primi sei mesi di quest’anno ha fatto 106mila passeggeri (in crescita del 45% rispetto al 2022, in calo del 27% rispetto al 2019) è ancora lontano dagli obiettivi di cui la Riviera ha bisogno per rilanciare il turismo dall’estero, e anche quello fieristico e congressuale.

“Sul futuro dell’aeroporto di Rimini abbiamo avuto un incontro anche pochi giorni fa – confermano da Ieg – Noi ci crediamo e siamo disponibili a investire direttamente sul ’Fellini’, per favorire la crescita dello scalo e l’aumento dei voli". Perché "c’è ancora parecchia distanza tra i voli operati oggi dal ’Fellini’ e quelli che ci aspettiamo". L’obiettivo di Ieg è "avere collegamenti annuali da due o tre hub tra i più importanti in Europa. Pensiamo a Francoforte, ma anche a Londra (i voli di Ryanair non vengono effettuati nel periodo invernale, ndr ) e a Parigi". Servono insomma voli che colleghino Rimini con alcuni dei principali aeroporti europei, "per permettere di poter raggiungere facilmente Fiera e Palas in occasione degli eventi. Abbiamo manifestazioni come Sigep, Ecomondo e Key Energy che sono sempre più internazionali. Un ’Fellini’ con più voli dall’Europa per noi è vitale. Il discorso vale anche per i congressi: alcuni li abbiamo persi proprio per l’assenza di adeguati collegamenti aerei".

Per questo "abbiamo bisogno di uno scalo che funzioni e faccia più voli. Per riuscirci siamo pronti a tirare fuori risorse per i nuovi collegamenti, insieme alle istituzioni del territorio, e pure a modificare le date di alcune fiere e congressi in base ai voli che il ’Fellini’ riuscirà ad avere".