Uno dei frammenti trovati in spiaggia ad Albarella (Ansa)
Uno dei frammenti trovati in spiaggia ad Albarella (Ansa)

Rovigo, 30 agosto 2019 – Le ossa biancheggiano sotto il sole di fine agosto. Nella spiaggia di Albarella, nel comune di Rosolina, alcuni bagnanti si sono imbattuti in un frammento osseo curvo di circa diciassette centimetri in avanzato stato di decomposizione. Ma riavvolgiamo il nastro di una storia ancora tutta da chiarire.

Martedì 20 agosto era emersa una porzione di mandibola che sembra umana, con due denti. Il secondo ritrovamento è di sabato 24 agosto, circa 12 centimetri di frammento osseo che sembra essere una porzione di bacino. Nei giorni scorsi la Procura di Padova si è messa in contatto con quella di Rovigo perché verifichi se c’è corrispondenza con il dna di Isabella Noventa, la padovana scomparsa a 55 anni la notte tra il 15 e il 16 gennaio di tre anni fa. Per quella sparizione sono stati condannati in appello a trent’anni i fratelli Freddy e Debora Sorgato e a 17 Manuela Cacco.

Le analisi sulle ossa ritrovate inizieranno il 6 settembre: il medico legale incaricato è Lorenzo Marinelli di Ferrara.