Modena, 29 dicembre 2017 - E’ esplosa la rivolta all’interno dello studentato di via delle Costellazioni, che ospita centinaia di profughi (VIDEO). A dare il via alla protesta, intorno alle 10, sono stati i richiedenti asilo della cooperativa sociale l’Angolo, finita di recente al centro della polemicha per i ventidue ospiti costretti a vivere tra muffa e ratti all’interno dell’abitazione di via Emilia Ovest.

«La gestione non va bene – hanno gridato questa mattina gli stranieri dalle loro stanze del quarto piano della palazzina – siamo già stretti nelle camere ma volevano aggiungere i letti a castello per fare arrivare una quarta persona. Non possiamo dividere un solo bagno e non si respira in quelle stanze». I profughi hanno poi lamentato la totale assenza di assistenza sanitaria, il mancato avanzamento delle pratiche legate ai permessi di soggiorno ma anche la scarsa qualità del cibo. «Mangiamo pasta ogni giorno da quattro mesi, così non possiamo più vivere». A seguito della protesta, sul posto, sono arrivate le volanti e i carabinieri, oltre ad alcuni esponenti della cooperativa, che non hanno però permesso ai giornalisti di visitare le stanze degli immigrati, nonostante l’insistenza dei richiedenti asilo. «Venite a vedere come ci fanno vivere», hanno commentato. Intorno alle 13 la situazione è tornata alla normalità: la sistemazione dei letti a castello è stata al momento sospesa