Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
28 mag 2022

Commando mette a segno il colpo all’Eurocom

Ingente il bottino di apparecchi elettronici, forzato il caveau. Chiodi sull’asfalto e un muro di auto rubate per impedire l’accesso ai militari

28 mag 2022
Colpo studiato nei minimi dettagli, indagano. i carabinieri
Colpo studiato nei minimi dettagli, indagano. i carabinieri
Colpo studiato nei minimi dettagli, indagano. i carabinieri
Colpo studiato nei minimi dettagli, indagano. i carabinieri
Colpo studiato nei minimi dettagli, indagano. i carabinieri
Colpo studiato nei minimi dettagli, indagano. i carabinieri

Altro colpo a segno all’Eurocom di via dell’Industria e ladri in fuga con un ingente bottino. Nella stessa azienda di Montemarciano, nel 2016 erano stati rubati I-Phone, Smartphone, Tablet, per 70 mila euro ma i ladri, messi in fuga dall’allarme e l’arrivo dei carabinieri avevano abbandonato più della metà della refurtiva. La scorsa notte, ad impedire ai militari l’accesso e della Vedetta2Mondialpol, sette tra auto e furgoni, tutti rubatie un tappeto di chiodi sull’asfalto. L’azienda è specializzata nella vendita all’ingrosso di apparecchi elettronici, computer e telefonia e all’interno dello stabilimento è presente un caveau dove vengono riposti gli oggetti di maggior valore.

Erano circa le 3,30 quando l’allarme ha iniziato a suonare, i malviventi si sono indrotti dopo aver forzato il cancello esterno, poi uno degli ingressi dello stabile e infine la porta del caveau. I ladri hanno asportato numerose apparecchiature tra cui diversi telefoni cellulari. Il bottino è ancora in corso di quantificazione, le verifiche sono proseguite per tutta la giornata di ieri.

Prima di mettersi in fuga, i malviventi hanno lasciato alcuni mezzi rubati per rallentare l’arrivo dei carabinieri e riuscire così a darsi alla fuga. A rallentar l’intervento, anche i chiodi lasciati sull’asfalto che hanno sforato le gomme di alcuni mezzi di servizio. Un furto studiato nei minimi dettagli, dove i ladri sono riusciti a rispettare le tempistiche previste per riuscire a portare a termine il colpo. Le indagini sono in corso, la speranza è che particolari utili possano essere reperiti dalle telecamere di videosorveglianza presenti nello stabilimento. Nel furto messo a segno nel 2016 i malviventi indossavano guanti e avevano il volto completamente coperto.

A causa dei chiodi sparsi sull’asfalto, la strada è rimasta chiusa al traffico per attenderne la rimozione: diversi i disagi causati alla viabilità nelle prime ore della mattinata di ieri, quando in molti si riversano sulle strade per raggiungere la scuola o il posto di lavoro.

Prima della pandemia un altro furto era stato messo a segno ai danni di un esercizio della galleria del centro commerciale ‘Il Molino dove ignoti si erano calati dal tetto ed avevano raggiunto il negozio da cui erano stati rubati cellulari e tablet. Anche in quel caso i ladri avevano studiato il colpo nei minimi dettagli.

Silvia Santarelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?