Polemiche sul Profili: "Ma la palazzina si farà"

A lanciare l’allarme dirottamento fondi era stato il consigliere Pd Mastrovincenzo. Ausili rassicura: "Tutto infondato, il progetto non è chiuso" .

Polemiche sul Profili: "Ma la palazzina si farà"
Polemiche sul Profili: "Ma la palazzina si farà"

Palazzina chirurgica da costruire all’ospedale Profili di Fabriano: divampano le polemiche ma non c’è ancora una data per l’avvio dei lavori nonostante la prima progettazione risalga ormai a ben otto anni fa. La giunta Ceriscioli aveva stimato un costo di 12 milioni di euro negli anni poi lievitati a 20. A lanciare l’allarme dirottamento dei fondi (8,8 milioni) verso l’ospedale di Tolentino da parte del commissario alla ricostruzione Guido Castelli è stato nei giorni scorsi il consigliere regionale democrat Antonio Mastrovincenzo. La gara era stata annunciata per due estati fa, indicando l’inizio dei lavori per l’autunno successivo, ma non è ancora stata pubblicata. E non è neppure in vista, essendo il progetto "in fase di verifica" come spiegano ora dalla maggioranza. Eppure dalla maggioranza Acquaroli continuano ad arrivare rassicurazioni: "Negli ultimi giorni - sottolinea il consigliere regionale Marco Ausili - abbiamo assistito a polemiche infondate a riguardo della realizzazione della palazzina emergenze presso l’ospedale Profili di Fabriano. Come già ampiamente dimostrato dal commissario Castelli, il mancato finanziamento dell’ospedale di Fabriano nel decreto 90/24, che tanto ha allarmato il Pd della nostra regione, non corrisponde assolutamente a una chiusura del progetto né inficia in alcun modo la realizzazione del nuovo plesso. Infatti, il provvedimento in questione ha natura prettamente contabile: con l’aumento dei costi in corso, l’ufficio ricostruzione si è ritrovato nella necessità di dare, nell’immediato, priorità ai progetti i cui cantieri sono prossimi all’avvio o da completare. Questo non è il caso dell’ospedale di Fabriano, il cui progetto esecutivo è ancora in fase di verifica - aggiunge - dopo che la Regione è dovuta intervenire per mettere a punto e risolvere le problematiche relative alla progettazione precedente risalente al 2016. Peraltro, le risorse su cui si è polemizzato sarebbero state comunque inadeguate per la realizzazione del nuovo plesso. In altre parole, non solo la palazzina emergenze dell’ospedale di Fabriano si farà, ma sarà sostenuta da maggiori risorse rispetto a quelle preventivate in precedenza che si basavano su una progettazione carente. Si tratta pertanto – conclude Ausili - di un aumento dell’investimento nell’ottica di un miglioramento dell’intervento, per offrire a Fabriano e al territorio circostante una struttura con qualità progettuale e prestazionale veramente all’altezza delle aspettative della comunità, al pari di altre strutture regionali".

Sara Ferreri