Tra World Cup e Olimpiadi. La Raffaeli: "Darò tutto"

Ginnastica ritmica, sarà protagonista con Milena Baldassarri da oggi a Milano. La vice campionessa mondiale guarda a Parigi: "Sarà un’esperienza unica".

Tra World Cup e Olimpiadi. La Raffaeli: "Darò tutto"

Tra World Cup e Olimpiadi. La Raffaeli: "Darò tutto"

Ecco l’atteso appuntamento con l’ultima tappa del circuito internazionale di ginnastica ritmica. Da oggi al 23 giugno, al Forum di Assago, andrà in scena l’atto finale della World Cup 2024 con le Farfalle e le individualiste azzurre. La tappa italiana chiude il circuito della Coppa del Mondo, ultima esibizione prima dei Giochi Olimpici di Parigi. A difendere i colori azzurri l’Accademia di Desio, formato dagli avieri dell’Aeronautica Militare Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Daniela Mogurean, Laura Paris e dall’agente delle Fiamme Oro Alessia Russo insieme alle stelle della Ginnastica Fabriano.

Al Forum le individualiste italiane Raffaeli e Baldassarri si confronteranno con le talentuose avversarie come le tedesche Darja Varfolomeev e Margarita Kolosov. La campionessa del mondo Varfolomeev è in testa nelle classifiche del circuito All-Around e di specialità al nastro ed è in agguato anche a cerchio, palla e clavette, dove la testa della classifica è dominata da Sofia Raffaeli.

L’azzurra con 93 punti accumulati si trova in terza posizione provvisoria nella classifica All-Around, alle spalle della tedesca e della giovane bulgara Elvira Krasnobaeva. Takhmina Ikromova potrebbe dire la sua nella classifica del circuito alla palla, mentre Alina Harnasko potrebbe tentare di inseguire il podio AA, raggiunto solo nella prima tappa greca dove ha conquistato il bronzo.

Tra le ginnaste da tenere d’occhio ci sono anche la polacca Liliana Lewinska, la brasiliana Maria Eduarda Alexandre, le ucraine Viktoriia Onopriienko e Taisia Onofriichuk, la slovena Ekaterina Vedeneeva e la statunitense Evita Griskenas.

"C’è tanta concorrenza ma siamo temibili – sono le dichiarazioni della Direttrice Tecnica Nazionale di Ritmica Emanuela Maccarani -. La World Cup di Milano è l’ultima competizione prima delle Olimpiadi. Il lavoro fatto in inverno sta dando i risultati che ci aspettavamo. Sarà il punto di arrivo del lavoro, per poi avvicinarci al sogno olimpico di Parigi con le nostre ragazze nel top della forma. Le Olimpiadi sono una gara a sé: è difficile poter fare un pronostico esatto. Sarà una gara emotiva. La squadra è quasi la stessa di Tokyo, abbiamo cambiato solamente una ginnasta".

Dopo di lei ecco le dichiarazioni della vice campionessa del mondo e d’Europa in carica Sofia Raffaeli.

"Gareggiare a Milano per le World Cup sarà un’emozione unica – ha affermato - Il palazzetto sarà pieno, non vedo l’ora di scendere in pedana con tutto il calore del pubblico che ti dà una spinta in più, quell’adrenalina che ti serve per gareggiare più carica e più forte. Quando entriamo in pedana c’è il nostro nome, ma c’è tutto un team dietro, l’Italia intera che rappresentiamo. È un onore avere lo scudetto dell’Italia sul petto. Per questa stagione è rimasta la Coppa del Mondo, dove spero di riuscire a portare tutto quello che ho fatto in palestra in queste settimane. E poi ci sono le Olimpiadi - ha aggiunto la 20enne fabrianese allenata da Claudia Mancinelli alla Ginnastica Fabriano - la competizione più importante, che arriva dopo questi tre anni che sono sembrati lunghissimi, ma che sono passati velocissimi. Voglio godermi questa esperienza, ogni attimo".

Angelo Campioni