Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
25 mag 2022

Centro sportivo, sul conto ci sono già i soldi

La politica della società da Canil a Tiong è sempre la stessa: non scialacquare e puntare a cose concrete per portare l’Ancona in alto

25 mag 2022
giuseppe poli
Sport
L’applauso rivolto da Roberta Nocelli alla curva dell’Ancona, l’uomo in più per spingere la squadra verso grandi risultati
L’applauso rivolto da Roberta Nocelli alla curva dell’Ancona, l’uomo in più per spingere la squadra verso grandi risultati
L’applauso rivolto da Roberta Nocelli alla curva dell’Ancona, l’uomo in più per spingere la squadra verso grandi risultati
L’applauso rivolto da Roberta Nocelli alla curva dell’Ancona, l’uomo in più per spingere la squadra verso grandi risultati
L’applauso rivolto da Roberta Nocelli alla curva dell’Ancona, l’uomo in più per spingere la squadra verso grandi risultati
L’applauso rivolto da Roberta Nocelli alla curva dell’Ancona, l’uomo in più per spingere la squadra verso grandi risultati

di Giuseppe Poli ANCONA La gestione virtuosa dell’Ancona Matelica nella stagione che si sta concludendo è sotto gli occhi di tutti. La classifica degli stipendi pagati dalla società a staff e giocatori, in cui la società biancorossa figura ultima nel girone B, con cifre di gran lunga inferiori a tante squadre finite in classifica dietro ai dorici, non fa altro che evidenziare la positiva conduzione della società stessa negli undici mesi di vita anconetana. D’altra parte non è un caso se il magnate Tony Tiong, dopo aver valutato l’operazione sotto ogni punto di vista, non da ultimo quello della passione, abbia deciso di investire proprio ad Ancona, mantenendo per di più inalterato lo staff amministrativo e tecnico della società stessa. Una società che dal suo arrivo ad Ancona ha dimostrato con i fatti tante qualità: quella di sapersi sedere a un tavolo con l’amministrazione comunale, in passato spesso tacciata di scarsa collaborazione, e di saper instaurare con la stessa un rapporto di reciproco interesse per il bene della città, della tifoseria e della squadra di calcio. Quella di saper assemblare con la minima spesa possibile una squadra competitiva, capace di arrivare al sesto posto al termine della stagione regolare con tanti giocatori giovani e perlopiù semisconosciuti, grazie al lavoro e alle competenze del direttore sportivo Micciola e dell’allenatore Colavitto - non a caso entrambi confermati per la prossima stagione. Ma anche quella di aver messo le basi per un progetto incentrato sul settore giovanile che possa diventare, nel tempo, un punto di riferimento per il territorio, quella di saper fare quadrare i conti, nonché quella di fare i fatti prima di raccontarli in giro: tanti aspetti virtuosi in un mondo del calcio in cui, a fianco a società che possono spendere cifre enormi, ce ne sono altre che guardano ai conti e ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?