Coronavirus, bimbo positivo al covid: scuola chiusa
Coronavirus, bimbo positivo al covid: scuola chiusa

Ascoli Piceno, 21 settembre 2020 - Oggi e domani resterà chiusa la scuola dell’Infanzia e Primaria a Folignano, dov’è stato rilevato un bambino positivo al coronavirus. Ieri il sindaco Matteo Terrani ha diffuso la notizia attraverso i social confermando che si tratta di un provvedimento precauzionale dopo aver fatto il punto con il Dirigente scolastico e con il Dipartimento di prevenzione per definire sul da farsi. "In questi casi il protocollo prevede di fare accertamenti per la classe coinvolta ed eventualmente la messa in quarantena – ha affermato il primo cittadino - Vista l’impossibilità di garantire le lezioni a tutta la scuola, abbiamo deciso di chiudere per due giorni tutto il plesso della scuola di Folignano capoluogo, in modo da effettuare i tamponi al personale e la sanificazione della struttura. Una volta avuto l’esito dei tamponi decideremo chi potrà tornare a scuola e chi invece dovrà effettuare la quarantena. Per il momento, quindi, chiudiamo tutta la scuola dell’Infanzia e quella primaria".

Coronavirus, il bollettino del 20 settembre. Nelle Marche 31 nuovi casi

Per alcuni un comportamento logico, ritenuto responsabile, qualche altro afferma che in questo modo non se ne viene più fuori, per qualche altro ancora una decisione esagerata, poiché le tre scuole superiori non hanno chiuso pur avendo avuto casi positivi. Una decisione che mette in difficoltà i genitori che lavorano. Il sindaco Terrani ha poi aggiunto che il protocollo prevede accertamenti ed eventualmente quarantena per la classe coinvolta. "In questo caso abbiamo operato diversamente perché 5 insegnanti su 8 dovranno effettuare il tampone, oltre al personale ATA e il preside non aveva la possibilità di garantire la didattica per i propri alunni. Aggiungo che non è il sindaco che decide chi deve fare i tamponi ma l’Asur sulla base della ricostruzione dei contatti avvenuti. Per questa ragione, tenuto conto della particolarità della situazione che si è creata nel capoluogo abbiamo, precauzionalmente, deciso di chiudere il plesso due giorni, di aspettare l’esito dei tamponi, di sanificare e poi decideremo il da farsi".
 

Intanto il sindaco di Acquaviva Picena, Pierpaolo Rosetti, che aveva chiuso la scuola secondaria e primaria nella giornata di sabato per un caso Covid riguardante un membro del personale, ha confermato la riapertura della scuola questa mattina, dopo le procedure di sanificazione di tutti i moduli scolastici in zona Castagna e degli uffici di segreteria nel centro del paese. Gli esiti dei primi tamponi sui docenti e sul personale sono negativi, quindi tutto sta procedendo nel modo migliore. Rosetti ha poi confermato che ad Acquaviva ci sono altre quattro persone positive al Covid-19, estranee alla scuola e che sono regolarmente monitorate. Intanto il Gores ha comunicato che in provincia, nelle ultime 24 ore erano stati rilevati 10 positivi nel percorso nuove diagnosi.