Quintana, primo squillo di Innocenzi. Prove cronometrate allo Squarcia

Il cavaliere di Solestà torna dopo la squalifica e trionfa a Foligno. Stasera tutti in campo per le simulazioni

Quintana, primo squillo di Innocenzi. Prove cronometrate allo Squarcia

Quintana, primo squillo di Innocenzi. Prove cronometrate allo Squarcia

La stagione quintanara entra nel vivo. Domani, infatti, si comincerà a fare sul serio, in vista della giostra in notturna del prossimo 13 luglio. Dalle 20.30 tornerà ad animarsi il campo Squarcia con le attesissime prove cronometrate: i cavalieri scenderanno in pista per una simulazione di gara che sarà fondamentale per saggiare il terreno, provare le varie cavalcature e riprendere confidenza con il moro. Ovviamente, i test saranno a porte aperte e, come sempre, ci sarà il pubblico delle grandi occasioni. Il primo ad assaltare il tabellone sarà l’unico debuttante di quest’anno, ovvero il giovane Davide Dimarti della Piazzarola. Poi toccherà a Denny Coppari di Porta Tufilla, Luca Innocenzi di Porta Solestà, Lorenzo Savini di Porta Maggiore, Lorenzo Melosso di Porta Romana e Tommaso Finestra di Sant’Emidio. Nel frattempo, lo scorso weekend è stato caratterizzato dal ritorno del campione. Si tratta di Luca Innocenzi, che ha trionfato alla Quintana di Foligno, in sella al purosangue ‘Altrimenti’, nell’edizione della Sfida che si è corsa sabato sera. Il cavaliere di Porta Solestà, che nella giostra umbra difende i colori del Cassero, si è tolto una grande soddisfazione e ha dimostrato, per l’ennesima volta, semmai ce ne fosse stato bisogno, di essere letteralmente di un altro pianeta.

Innocenzi, che lo scorso anno fu costretto a saltare entrambe le Quintane di Foligno a causa del daspo che lo aveva raggiunto a seguito della rissa avvenuta al campo dei giochi nelle prove ufficiali del 4 giugno 2023, aveva terminato la propria ‘penitenza’ proprio alla vigilia della giostra. Nonostante le varie difficoltà che una situazione tale potesse provocare, è ugualmente riuscito a regalare la vittoria al suo rione. Il Pertinace, nella terza tornata, se l’è giocata con Tommaso Finestra, che ad Ascoli corre per il sestiere di Sant’Emidio ma che in Umbria giostra per il rione Spada, ma l’esperienza e la concentrazione di Innocenzi gli hanno consentito di chiudere in testa senza troppi patemi d’animo. Tanti gli ascolani che si sono recati a Foligno, sabato sera, per assistere al torneo, che come sempre ha regalato tante emozioni anche se, va detto, il successo di Innocenzi sembra non essere stato mai in discussione.

Terzo posto per Riccardo Raponi del rione Giotti, anche lui ‘vecchia conoscenza’ della Quintana ascolana avendo corso per Sant’Emidio. Per quanto riguarda gli altri protagonisti, discreto esordio per Mario Cavallari del Morlupo (che ad Ascoli è il vice della Piazzarola), competitivo nella prima tornata ma impreciso nella seconda. Fuori nella seconda serie di assalti, poi, anche l’ascolano Lorenzo Melosso, cavaliere di Porta Romana che in Umbria corre per il Badia. Eliminato alla prima tornata, invece, Lorenzo Savini del Croce Bianca, che ad Ascoli è il cavaliere di Porta Maggiore.

Matteo Porfiri