Emergenza coronavirus
Emergenza coronavirus

Bologna, 10 luglio 2020 – Trentasei nuovi casi (solo 3 sintomatici), 29 dei quali riconducibili a un focolaio che si è sviluppato alla Tnt. Un comparto, quello della logistica, sul quale la Regione è pronta a intervenire rendendo obbligatori i test sierologici per tutti i lavoratori, avviando così una vasta operazione di prevenzione e tracciamento. È questo, mentre non si registra alcuna vittima in tutta l’Emilia-Romagna, il bilancio contenuto nel consueto bollettino sul Coronavirus di oggi, 10 luglio, relativo alla situazione in provincia di Bologna.

Nello specifico l'Ausl, che fa il punto sui contagi sotto le Due Torri, spiega che oltre al focolaio della Tnt ("26 asintomatici e 3 sintomatici"), altri tre casi sono all'interno del focolaio Bartolini e quattro sono in focolai familiari. Tutti i nuovi casi (22 riguardano residenti nel territorio dell'Ausl di Bologna) "sono già in isolamento domiciliare o, in alternativa, in luoghi offerti dalle aziende
sanitarie, dove poter trascorrere il periodo di quarantena".

Leggi anche Coronavirus Italia, ultimo bollettino. Dati e tabelle di oggi, 10 luglio - La situazione nel mondo - Esce dalla quarantena e gira per mezza Italia - Stop ai voli da 13 Paesi

In tutta la regione, dove i nuovi positivi sono 53 (ieri 29), i tamponi effettuati oggi sono 4.182 (ieri 5.343), che raggiungono così complessivamente quota 540.614, a cui si aggiungono altri 1.662 test sierologici.

I casi di positività dall’inizio dell’emergenza a oggi sono arrivati a 5.051 tra Bologna e provincia. A questi vanno aggiunti i 404 del territorio dell’Ausl di Imola, dove ormai da giorni non si registrano nuovi contagi da Coronavirus.