Bologna, 23 giugno 2021 - Fumata nera. L’Alma Mater dovrà attendere i risultati del ballottaggio del 29 e 30 giugno per conoscere chi fra​ Giusella Finocchiaro e Giovanni Molari sarà il nome e volto di chi assumerà la guida dell’Ateneo a partire dal novembre prossimo, succedendo all’attuale Rettore Francesco Ubertini.

Affluenza alle stelle

Dopo la prima tornata di votazioni, ad accedere al ballottaggio sono i candidati Giusella Finocchiaro e Giovanni Molari, al termine di un conteggio serrato che ha visto fra i due uno scarto ristrettissimo di voti ottenuti. Sono stati 5160 i voti fisici espressi dall’Ateneo, con un’affluenza altissima, del 90,8%. Tradotti in voti ponderati (0,18 per il personale tecnico amministrativo; 0,36 per i rappresentanti degli studenti; 1 per docenti e ricercatori) un complessivo di 3.244. Sarebbe servito il 50% di questi (1.622) ad un candidato per vincere senza portare le elezioni al ballottaggio, ma come detto, la corsa a Zamboni 33 era e resta serrata, con Finocchiaro e Molari che hanno rispettivamente conquistato 788,41 e 740,61 voti. In ordine, staccati anche se di poco i candidati Maurizio Sobrero (701,12), Giuliana Benvenuti (619,49) e Pier Paolo Gatta (359,56).

Verso il ballottaggio

“Sono contenta del risultato raggiunto, della gara che abbiamo fatto e del dibattito che si è creato con gli altri candidati. Adesso ci attende un’altra settimana intensa per il bene di questa istituzione. I pochi voti di differenza? Siamo stati cinque candidati di grande qualità” sono le prime parole ‘a caldo’ della candidata rettrice Giusella Finocchiaro, che ha raggiunto i cronisti al termine dello spoglio in Rettorato al fianco dell’avversario al ballottaggio Giovanni Molari. “È stata una campagna elettorale bella ed equilibrata come mostrano gli esiti - così Molari -. Ci mettiamo al lavoro da subito per un’altra settimana di dialogo e confronto per arrivare al voto conclusivo”.

A pesare ora, sarà come la mole di voti accumulati dai tre candidati che non sono riusciti a strappare il ballottaggio verrà distribuita fra i duellanti Finocchiaro e Molari. “Ancora troppo presto per pensare ad eventuali alleanze” è il pensiero di ambo i candidati, ribadito allo stesso modo dagli ‘sconfitti’ Sobrero, Benvenuti e Gatta.