Influenza, convegno al Carlton (FotoSchicchi)
Influenza, convegno al Carlton (FotoSchicchi)

Bologna, 6 novembre 2018 - “Per tutti noi che lavoriamo nella sanità pubblica, in primo luogo per i medici, vaccinarsi rapprenta un obbligo morale”. Queste le parole del direttore generale del Policlino Sant’Orsola Malpighi, Antonella Messori, pronunciate in apertura del convegno ‘Influenza: tutto quello che c’è da sapere per prevenirla', organizzato da Qn-il Resto del Carlino con il contributo non condizionante di Gsk e andato in scena al Royal Hotel Carlton.

Se gli operatori sanitari, dunque, sono chiamati ad innalzare significativamente una soglia di copertura ancora ferma al di sotto del 30%, diverse categorie di persone, secondo il direttore di Pneumologia e Terapia Intensiva Respiratoria del Sant'Orsola, Stefano Nava, “sono da considerarsi a rischio, con gli anziani in prima fila, insieme a chi già soffre di patologie respiratorie come asma, bronchite cronica, bronchiectasia, fibrosi cistica ed enfisema”.

Dura dai 5 ai 7 giorni

Stesso discorso, nelle parole del direttore dell’Unità Operativa di Medicina Interna dello stesso ospedale, Stefano Borghi, “per i diabetici, oltre che per chi già convive con insufficienze cardiache e altri mali dell'apparato cardiovascolare”. Se di profilassi antinfluenzale si è parlato diffusamente, con particolare attenzione, nell'intervento della responsabile Programmi Vaccinali della Regione, Maria Grazia Pascucci, al nuovo vaccino quadrivalente acquistato dall’Ausl regionale e definito “il migliore sul mercato”, largo spazio è stato dedicato, poi, anche ai buoni consigli per evitare il contagio.

A detta dei professionisti presenti, infatti, ciascuno di noi può ridurre le possibilità di buscarsi una brutta influenza tenendosi lontano, per quanto possibile, da luoghi molto affollati e, comunque, indossando la provvidenziale mascherina. Oltre a questo, restano importanti un'alimentazione bilanciata, meglio se ricca di vitamine, e uno stile di vita sano, che tenga alto il livello delle nostre difese immunitarie.

Come ha detto il presidente provinciale della Società Italiana di Medicina Generale, Giuliano Ermini, “per non ammalarsi vaccinarsi serve, ma serve anche vivere in modo corretto”, oltre, ovviamente, a quella che il direttore del Dipartimento si Sanità Pubblica di AUSL Bologna, Paolo Pandolfi, ha definito “capillare informazione preventiva”.

Esenzioni