Mattia Bani, nuovo difensore del Bologna (LaPresse)
Mattia Bani, nuovo difensore del Bologna (LaPresse)

Castelrotto (Bolzano), 12 luglio 2019 - Il Bologna intende alzare il livello delle ambizioni. Il suo primo acquisto dell'estate 2019, Mattia Bani, non solo condivide lo stesso obiettivo ed è certo di averlo già centrato. Dalla Fortis Juventus della Toscana al Bologna, passando per la Primavera del Genoa, Reggiana, Pro Vercelli e Chievo: "Bologna è un'altra cosa, la mia occasione, un club grazie al quale posso alzare il livello della mia carriera. Arrivo in un club con grande livello di programmazione e ambizione e ho trovato una squadra forte e un gruppo che ha facilitato il mio inserimento".

false

LEGGI ANCHE: Campagna abbonamenti, già 8mila tessere venduteRitiro a Castelrotto, ma Sinisa non c'è

Fin qui, insomma, tutto bene. Almeno aspettando l'nizio del camapionato e che la squadra confermi sul campo le ambizioni di lotta per l'Europa: "Ma sensazioni e impressioni sono positive", racconta Bani, che per farsi trovar pronto ha rinunciato a dieci giorni di vacanza: "Ero in ferie, avevo alcune proposte, il Bologna mi ha chiamato e in due giorni ha voluto fare tutto, dimostrando serissime intenzioni. Sono arrivato e mi sono messo subito al lavoro, anche perché lo scorso anno avevo avuto qualche problema al ginocchio nel finale di stagione e volevo farmi trovare pronto. Sono a disposizione. Poi qui c'è Mihajlovic, uno che nel mio ruolo è stato un campione: con lui posso fare un salto di qualità, anche perchè ho tanti difetti da migliorare ma pure un pregio: sono un gran lavoratore e sono qui per mettermi a disposizione".

A Bologna Bani arriva pure per lasciarsi alle spalle l'ultima disgraziata stagione con il Chievo: "Siamo stati ultimi dall'inizio alla fine della stagione, abbiamo avuto davvero tanti problemi, ma ho voltato pagina. L'addio di Ventura dopo Chievo-Bologna del girone di andata? Io non l'ho ancora capito".