‘Dialoghi Malatestiani’ diventerà un evento fisso per la città

‘Dialoghi Malatestiani’ diventerà un evento fisso per la città
‘Dialoghi Malatestiani’ diventerà un evento fisso per la città

"Dopo una partecipazione così massiccia ed entusiasta il nostro obiettivo è di proseguire e fare diventare le nostre iniziative promotrici della cultura liberale eventi fissi per Cesena". Lo dichiarano Francesco Giubilei, presidente dell’associazione nazione Futura ed esponente di spicco al livello nazionale dell’area culturale di centrodestra e il presidente Confcommercio cesenate Augusto Patrignani, presidente di Confcommercio cesenate, promotori dei ‘Dialoghi Malatestiani. Economia, ambiente e cultura’ che sabato 25 novembre hanno calamitato all’aula magna della Biblioteca Malatestiana alcune centinaia di persone per il ciclo di tre partecipati dibattiti inframmezzati dalla consegna dei premi per il concorso letterario Tin Bota’ dedicato alla tenacia dei romagnoli nel post- alluvione. Hanno collaborato le associazioni ‘Il Crocevia’ e ‘Valori e libertà’. Sono intervenuti relatori del calibro di Chicco Testa, Daniele CapezzoneFrancesco Vecchi e Gabriele Barberis.

"La partecipazione - aggiungono Giubilei e Patrignani - è stata superiore alle attese e siamo incoraggiati a proseguire in questa direzione per offrire alla città nuove proposte di approfondimento e dibattito con tante voci polifoniche".

"Per Confcommercio - rimarca il presidente - è importante investire in cultura e circolazione delle idee per elevare i livello del dibattito in modo tale che vi siano ricadute positive sull’economia e sulle imprese. Confcommercio è un’organizzazione apartitica che tiene in gran conto la buona politica da alimentare con la partecipazione dei cittadini al dibattito polifonico, con tante voci in ossequio alla democrazia. Il nostro ruolo di corpo intermedio va svolto anche in questa direzione a beneficio della collettività mirando sempre a promuovere una cultura orientata alla prosperità e alla crescita alimentata dalle imprese".