Un corso di apicoltura (virtuale) e quattro arnie (vere) in città

Cesena sempre più ‘amica delle api’ ma con qualche limitazione per colpa della pandemia

Migration

Un apicoltore tra le arnie (foto di repertorio)

Cesena consolida la sua vocazione di accoglienza alle api che la vede già partecipe a un innovativo progetto europeo. Particolare successo ha raccolto un corso di apicoltura urbana. L’obiettivo – spiega una nota del Comune – è quello di sensibilizzare il territorio sul tema della biodiversità e sull’importanza delle api e degli insetti impollinatori, sempre più a rischio all’interno delle realtà urbane. Nelle prossime settimane verranno installate quattro arnie, due tradizionali e due urbane da osservazione b-box, in due aree verdi della città: al Parco Ippodromo e presso l’area a sfalcio ridotto tra la ciclabile e la Rotonda della Secante. Il posizionamento di queste arnie creerà spazi didattico-educativi condivisi al servizio della comunità e sarà utilizzato a supporto del corso di apicoltura urbana. Il corso avrà inizio sabato 24 aprile e si svolgerà tra aprile e maggio in modalità online, fino a un massimo di 50 persone, tramite un sistema esperienziale che permetterà di simulare quanto più possibile l’esperienza ‘dal vivo’ e far apprezzare anche i dettagli dell’osservazione delle api. Sono previste 10 sessioni di formazione di base sulle api e l’apicoltura urbana, della durata di un’ora e mezza l’una. Gli interessati possono iscriversi tramite il link https:forms.gleFXaMLQPmXkfL7zno7.