Tamponi di massa a Montecopiolo, nelle Marche oggi 6 positivi al Covid (Fotoprint)
Tamponi di massa a Montecopiolo, nelle Marche oggi 6 positivi al Covid (Fotoprint)

Ancona, 5 agosto 2020 - Sono sei i nuovi contagi nelle Marche, rilevati dal bollettino di oggi sulla diffusione del Coronavirus. Per fortuna non si registra nessun nuovo decesso. Il Gores - il gruppo operativo regionale che coordina l'emergenza sanitaria -  ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 1173 tamponi, di cui 665 nel percorso nuove diagnosi e 508 nel percorso guariti.

AGGIORNAMENTO Coronavirus, il bollettino di oggi 6 agosto. Crescono ancora i contagi nelle Marche

Sei casi positivi registrati: tre in provincia di Ancona, uno in provincia di Pesaro Urbino, uno in provincia di Fermo e uno in provincia di Ascoli Piceno. Si tratta di tre rientri dall'estero, due casi sintomatici e uno di accesso al Pronto Soccorso.

Il totale dei casi positivi finora accertati è salito così a 6.893, il 6,77% rispetto ai 101.786 tamponi processati. Sono 15 i ricoverati, non in terapia intensiva. Il totale dei dimessi e guariti intanto raggiunge quota 5.781, sono invece 122 le persone in isolamento domiciliare.

Oggi intanto un giocatore della Hotsand Macerata, squadra che milita nel campionato di serie A1 di baseball, è risultato positivo al coronavirus. 

Prosegue il periodo senza decessi correlati alla Covid 19 nelle Marche. Il bilancio delle vittime resta fermo a 987. 

Dopo il riscontro di un caso di contagio di un cittadino estero rientrato di recente a Offida (Ascoli Piceno) dal suo Paese d'origine, il sindaco Luigi Massa lancia un appello: "rimaniamo attenti nel rispettare le indicazioni che conosciamo: indossiamo sempre le mascherine nei luoghi chiusi e all'aperto quando non sia possibile mantenere il distanziamento interpersonale".

Intanto Marco Pompili, l'epidemiologo che ha guidato le Marche fuori dall’emergenza, in un'intervista al nostro giornale dichiara: "L’insorgenza di focolai di piccola e media grandezza, come Montecopiolo o l’Hotel house di Porto Recanati, porta dietro sé altri casi da monitorare. E’ chiaro che più cerchiamo e più troviamo. Ma questo è proprio il momento in cui bisogna concentrarsi sull’individuazione dei cluster, fino ad arrivare allo zero e tornare alla tendenza iniziale". 

E sull'autunno: "Siamo preoccupati per quando arriverà il picco influenzale. Però ci stiamo organizzando: abbiamo fatto una lista di soggetti a rischio, provando a intercettare già da ora i soggetti con una sintomatologia a rischio". 

Il focolaio di Montecopiolo

In 260 si sono presentati ieri mattina in piazza San Michele Arcangelo, a Villagrande di Montecopiolo, dove era stato allestito un drive-in per sottoporre a tampone l’intera popolazione del piccolo Comune tra Montefeltro e Romagna. Un invito, non un obbligo, rivolto a una potenziale platea di 900 persone, che si ripeterà anche domani, giovedì, con gli stessi orari, mattina e sera. Intanto oggi i tamponi hanno preso la strada per Ascoli, dove saranno processati; venerdì arriveranno anche quelli della seconda tranche, che si spera sia corposa. Dopodiché, entro sabato, dovrebbero esserci i risultati sullo stato di salute dei montecopiolesi, 27 dei quali sono già stati dichiarati positivi (perlopiù paucisintomatici o del tutto asintomatici), mentre altri 3 risiedono in comuni diversi e ulteriori 3 sono della Romagna. Tutti comunque riconducibili al cluster di Montecopiolo.

Le altre notizie di oggi

La situazione in Emilia Romagna - Dati e tabella dall'Italia

Negozi e ristoranti, arriva lo sconto di Stato

Coronavirus, gli aggiornamenti e i numeri dal mondo