Ancona, 13 aprile 2021 - Balzo dei contagi nelle Marche (ma è cosa frequente il martedì) e nella curva pandemia da coronavirus nelle Marche che attendono con impazienza la data per le riaperture e il ritorno in zona gialla. Ieri, il ministro per i Rapporti con le Regioni, Mariastella Gelmini, era in vista nelle Marche e ha assicurato che maggio sarà il mese della ripartenza. Ma una prima certezza c'è: a maggio in regione riaprono le spiagge e gli operatori sono già al lavoro mentre, per fortuna, fioccano le prenotazioni.

L'aggiornamento Covid, raddoppiano i contagi nel bollettino del 14 aprile

Restano stabili i ricoveri: sia nelle terapie intensive sia nei reparti di area medica il 52% dei pazienti è affetto da coronavirus. Un dato che pone le Marche ancora in zona rossa (che scatta al 50%) e ben al di sopra della media nazionale (39% nelle terapie intensive e 41% nei reparti non critici). Questa resta la situazione più preoccupante, ma nell'ultimo monitoraggio della cabina di regia Cts e Iss, le Marche sono state considerate a "rischio moderato".

Covid oggi nelle Marche

Sono il doppio di ieri i nuovi contagi di oggi: 222 contro i 111. Scende però il tasso di positività: il numero dei tamponi processati torna ad alzarsi dopo il calo domenicale. Oggi i tamponi positivi sono stati l'11% del totale (ieri l'11,6%) e 3.770 in totale i tamponi: 2.022 nel percorso nuove diagnosi (di cui 772 nello screening con percorso Antigenico) e 1.748 nel percorso guariti. Dei 222 nuovi positivi, solo 38 sono sintomatici.

La mappa del contagio

Il numero più alto di casi, a livello provinciale, si registra a Pesaro Urbino (65), seguita da Ascoli Piceno (58), Macerata (43), Ancona (29) e Fermo (5); 22 contagiati provengono da fuori regione. Nel Percorso Screening Antigenico effettuati 772 test e riscontrati 92 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare) per un rapporto positivi/testati pari al 12%.  

Come ci si contagia

I casi comprendono contatti in setting domestico (61), contatti stretti di positivi (57), in setting lavorativo (4), in ambiente di vita/socialità (1), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (2), screening percorso sanitario (1). Per altri 58 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

image

Ricoveri in picchiata

Ricoveri per Covid-19 in picchiata nelle ultime 24ore nelle Marche: sono passati da 862 a 840 (-22). Il calo più consistente si è verificato nei reparti non intensivi (514; -20) mentre in Terapia intensiva ci sono due degenti in meno (127) e la situazione in Semintensiva è rimasta invariata (199). Lo fa sapere il Servizio Sanità della Regione che dà conto anche di 54 persone dimesse nell'ultima giornata. In crescita gli assistiti nei pronto soccorso (41; +7), che non vengono conteggiati tra i ricoverati, e invariato il numero di ospiti di strutture territoriali (248). In discesa anche i positivi in isolamento domiciliare (7.110; -83) e le quarantene per contatto con positivi (13.239; -85) tra i quali ci sono 5.554 persone con sintomi e 227 operatori sanitari. I guariti/dimessi sono 82.073 (+316).

Decessi: 6 oggi nelle Marche

Sono sei nell'ultima giornata i decessi con Covid-19 nelle Marche e il totale delle vittime nella regione da inizio pandemia sale a 2.798. Lo comunica il Servizio Sanità della Regione. Le persone decedute sono tre uomini e tre donne tra i 69 e i 92 anni, con patologie pregresse. Tre erano della provincia di Ancona (un 69enne di Ostra Vetere, una 78enne di Ancona e una 87enne di Chiaravalle).
Sono poi deceduti una 70enne di San Severino Marche ( Macerata), un 84enne di San Benedetto del Tronto ( Ascoli Piceno) e un 92enne di Grottazzolina (Fermo). A livello provinciale è la provincia di Pesaro Urbino, particolarmente penalizzata nel corso della prima ondata, quella che ha registrato il più alto numero di morti correlato al Covid da inizio pandemia (926); la provincia di Ancona, la più colpita invece dalle ondate successive, si sta però avvicinando a Pesaro nella statistica con 885 vittime.

Covid oggi: le ultime notizie

Bollettino Covid Italia ed Emilia Romagna

Covid, lo studio: così si muove il virus. Immunità di gregge a settembre

Covid, come recuperare gusto e olfatto: a Fano nuova terapia

Vaccino in azienda, Confindustria pronta a partire a Pesaro

Carta verde o tampone negativo. Ecco come andremo in vacanza

Riaperture: le date. Cena al ristorante da maggio, ma all'aperto