Covid in reparto
Covid in reparto

Ancona, 3 dicembre 2020 - La curva in crescita dei contagi da Covid nelle Marche pare sensibilmente appiattita e certa è l'uscita dalla incredibile impennata di casi del mese di novembre. Così mentre la Regione invoca il ritorno in zona gialla dall’attuale arancione, arrivano i dati del bollettino dei contagi di oggi 3 dicembre nelle Marche che confermano la curva in discesa: il tasso di incidenza tra nuovi positivi e tamponi effettuati scende infatti al 18,16%, quasi otto punti percentali rispetto al giorno precedente quando si era attestato sul 26,3%.

AGGIORNAMENTO Covid Marche: il bollettino del 4 dicembre. Dati e percentuali

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 476 positivi su 4.137 tamponi effettuati: 2.621 nel percorso nuove diagnosi (di cui 959 screening con percorso Antigenico) e 1.516 nel percorso guariti.

Il focus Gimbe: Rt e ricoveri nelle Marche

La mappa dei nuovi positivi

I positivi sono 476 nel percorso nuove diagnosi: 103 in provincia di Macerata, 101 in provincia di Ancona, 124 in provincia di Pesaro-Urbino, 67 in provincia di Fermo, 65 in provincia di Ascoli Piceno e 16 da fuori regione.

Come è avvenuto il contagio

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (68 casi rilevati), contatti in setting domestico (107 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (122 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (24 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (7 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (5 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (16 casi rilevati), screening percorso sanitario (7 casi rilevati) e 1 rientro dall'estero. Per altri 119 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 959 test e sono stati riscontrati 33 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare).

Il punto Nuovo Dpcm: la bozza al vaglio delle Regioni. Il pdf -  Marche zona gialla: quando il ritorno? Acquaroli "Ora si può"

Rt in discesa

L'indice di trasmissibilità Rt che - secondo l’ultimo report di Ministero e Iss - in una settimana è sceso da 1.17 a 0.97 è quello a cui si appellano gli amministratori regionali delle Marche nel chiedere l'uscita della regione dalla zona arancione. In calo anche la quota dei positivi rispetto ai tamponi nuove diagnosi effettuati passato dal 33,3% del 13 novembre al 26.3% di ieri fino al 18,6% di oggi.

Covid Marche: i decessi

Nelle Marche, a causa del Coronavirus, si sono verificati sette decessi nelle ultime 24 ore. Ieri le vittime erano state sei. Tre pazienti sono deceduti all'ospedale di Pesaro Marche Nord (un 63enne di Piandimeleto, una 82enne di Fano ed una 86enne di Colli al Metauro), uno a Civitanova Marche (un 72enne di Filottrano), uno all'Inrca di Ancona (una donna dorica di 90 anni), uno a Jesi (un 70enne di Osimo) ed uno a Senigallia (un 94enne senigalliese). Tutti i pazienti deceduti presentavano patologie pregresse. Da inizio emergenza i morti sono oltre 1.300. I decessi sono infatti 1.305, 760 uomini e 545 donne, con un'età media di 81 anni che nel 95% dei casi presentavano patologie precedenti. Il territorio più colpito è quello di Pesaro Urbino con 573 vittime, seguito da Ancona (295), Macerata (226), Fermo (99) e Ascoli Piceno (101). Sono 11 le persone decedute nelle Marche a causa del virus ma provenienti da fuori regione.

Le altre notizie 

Bollettino Covid dell'Emilia Romagna del 3 dicembre

Spostamenti vietati in tutta Italia dal 21 dicembre al 6 gennaio, approvato il Dl Covid

Covid, in chiesa il 24 e il 25 si prenota con l'app. L'idea del parroco