Bologna, 5 dicembre 2021 - Sono ancora in crescita i contagi da Covid 19 in Emilia Romagna. Il bollettino di oggi ne registra 1.707 (ieri 1.610) rilevati su quasi 30mila tamponi, con un tasso di positività in crescita al 5,7%. I morti legati alla pandemia in regione sono 10 (ieri 12), tra queste anche un uomo di 36 anni di Cesenatico e  una donna di 40 anni di Piacenza.

Ancora in crescita i ricoveri: pazienti in terapia intensiva sono 79 (+2 rispetto a ieri), 728 quelli negli altri reparti Covid (+25).

La mappa del contagio vede Bologna con 398 nuovi casi più 61 nel Circondario Imolese, seguita da Forlì Cesena (252, Cesena 129 e Forlì 123), Modena (201), Rimini (181), Ravenna (179), Reggio Emilia (151), Ferrara (115), Parma (112) e infine Piacenza 48 contagi.

Super Green pass: regole in zona biancaCovid Marche: incidenza boom - Covid Veneto, oggi 2.219 casi

Covid oggi: i contagi in Emilia Romagna del 5 dicembre 2021

Gli emiliano romagnoli guariti sono 600 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 424.281. I casi attivi, cioè i malati effettivi seguiti dal servizio sanitario, oggi sono 25.333 (+ 1.097). Il 96,8% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. 

Terza dose obbligatoria e super green pass: le nuove regole - Zona gialla: quanto rischiano oggi Emilia Romagna, Marche e Veneto

Covid: i dati dell'Italia oggi

Sono 15.021 i positivi al Covid individuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute, rilevati dall'analisi di 525.108 i tamponi molecolari e antigenici (ieri 636.592). Ieri erano stati 16.632. Il tasso di positività è al 2,9%, in aumento rispetto al 2,6% di ieri.

Sono invece 43 le vittime in un giorno, ieri erano state 75.

Sono invece 736 i pazienti in terapia intensiva in Italia, 4 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 45. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 5.597, ovvero 169 in più rispetto a ieri.

Dall'inizio dell'emergenza sono state contagiate dal covid-19 5.109.082 persone mentre le vittime sono state 134.195. I guariti sono 4.742.887 in totale, 6.685 nelle ultime 24 ore. Ad oggi in Italia ci sono 232.000 persone positive al coronavirus, 8.282 in più di ieri.

Contagi oggi in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 463.446 casi di positività, 1.707 in più rispetto a ieri, su un totale di 29.952 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,7%.

Dei nuovi contagiati, 816 sono asintomatici: 405 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 11 con lo screening sierologico, 103 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 tramite i test pre-ricovero. Per 292 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Tra i nuovi positivi 450 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 475 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40,7 anni.

Ecco la mappa del contagio dall’inizio dell’epidemia: 27.817 casi a Piacenza (+48 rispetto a ieri, di cui 21 sintomatici), 34.442 a Parma (+112, di cui 45 sintomatici), 53.858 a Reggio Emilia (+151, di cui 99 sintomatici), 76.575 a Modena (+210, di cui 59 sintomatici), 96.960 a Bologna (+398, di cui 236 sintomatici), 15.244 casi a Imola (+61, di cui 44 sintomatici), 28.253 a Ferrara (+115, di cui 34 sintomatici), 38.520 a Ravenna (+179, di cui 118 sintomatici), 21.739 a Forlì (+123, di cui 96 sintomatici), 24.310 a Cesena (+129, di cui 42 sintomatici) e 45.728 a Rimini (+181, di cui 97 sintomatici).

La Regione fa sapere che "rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, è stato eliminato un caso, positivo a test antigenico ma non confermato dal tampone molecolare".

Morti Covid in Emilia Romagna

Il bollettino di oggi registra 10 decessi legati al Covid in regione: 2 in provincia di Piacenza (una donna di 40 anni e un uomo di Carpineto Piacentino); 2 in provincia di Bologna (2 uomini, rispettivamente di 74 e 94 anni di Sasso Marconi); 2 in provincia di Ravenna (2 uomini, uno di 92 anni e un uomo di 70 proveniente da fuori regione); 3 in provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 90 anni di Savignano sul Rubicone, un uomo di 36 anni di Cesenatico e una donna di 80 anni di Cesena) e uno in provincia di Rimini (un uomo di 88 anni di Bellaria-Igea Marina).

In totale, dall’inizio dell’epidemia, le vittime in Emilia-Romagna sono state 13.832.

Ricoveri in Emilia Romagna

I pazienti emiliano romagnoli ricoverati in terapia intensiva sono 79 (+2 rispetto a ieri): 3 a Piacenza (-1); 3 a Parma (numero invariato rispetto a ieri); 3 a Reggio Emilia (-1); 8 a Modena (+1); 21 a Bologna (-1); 5 a Imola (invariato); 9 a Ferrara (invariato); 17 a Ravenna (+3); 4 a Forlì (+1); 1 a Cesena (invariato); 5 a Rimini (invariato).

I malati covid nei reparti non critici sono invece 728  (+25).

Bonaccini: "Contrastare i no vax pericolosi"

Il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini ritorna sulle minacce ricevute dai No vax proprio nel giorno in cui la manifestazione regionale dei No Green Pass porta sotto le Due Torri 5.000 persone. Lo fa durante la presentazione del suo libro, Il Paese che vogliamo, alla Festa dell’Unità del Pd di Budrio. E ribadisce il concetto, se mai ce ne fosse bisogno. "I no vax pericolosi vanno arginati. Sono una piccolissima minoranza, ma non si può minacciare fisicamente e verbalmente le persone".

Rt in crescita in Emilia Romagna

Lo scenario epidemiologico passa dal tipo 2 al 3 in Emilia Romagna (dove la trasmissibilità sostenuta e diffusa può portare a rischi nel medio periodo). L'indice Rt sale infatti a 1,33 (dall'1,26 precedente). Questo anche perché sale compatta l'occupazione ospedaliera, che dal 7% di una settimana fa, ora è a 8% sia per le terapie intensive che per i reparti non critici. E le prime in particolare si avvicinano alla soglia d'allarme che è il 10%. Il 9 dicembre, tra l'altro, erano arrivate al 9%

Falsi Green pass a Ravenna: 107 sequestrati

La Procura di Ravenna ha disposto il sequestro preventivo d'urgenza di altri 107 Green pass di pazienti vaccinati da Mauro Passarini, il 64enne medico di base di origine bolognese che era stato arrestato il 10 novembre scorso dalla polizia a Marina di Ravenna, dove vive e lavora, con l'accusa di avere simulato vaccinazioni Pfizer per fare ottenere i certificati verdi a decine di no vax. I nuovi sequestri - che fanno seguito alle ammissioni del secondo interrogatorio di Passarini, ora ai domiciliari - hanno riguardato diversi pazienti giunti da altre province apposta per farsi vaccinare a Ravenna dal 64enne: nella lista ci sono Bologna, Belluno, Torino, Milano, Udine, Venezia, Modena, Monza-Brianza, Forlì-Cesena, la Spezia, Parma, Perugia, Firenze e Pesaro.