Bologna, 13 maggio 2021 - Nessuna indicazione, per ora. Nulla trapela in queste ore da viale Aldo Moro, dove si trova la sede della Regione Emilia-Romagna, dopo l'annuncio di ieri del commissario per l'emergenza, Francesco Figliuolo. Da lunedì 17 maggio si aprirà ufficialmente in Italia una nuova fase della campagna vaccinale, alla quale potranno aderire anche i nati fino al 1981, vale a dire gli over 40. 

Aggiornamento Prenotazione vaccino over 40: l'Emilia Romagna frena. "Dopo chi rischia la vita"

In una lettera inviata alle Regioni, Figliuolo raccomanda comunque ai governatori "l'assoluta necessità di continuare a mantenere particolare attenzione per i soggetti fragili, classi di età over 60, cittadini che presentano comorbidità, fino a garantirne la massima copertura". 

Per questo l'inizio delle somministrazioni per i più giovani non partiranno contemporaneamente in tutta Italia, ma solo nelle regioni che sono già pronte e che hanno già completato la vaccinazione di gran parte delle categorie citate dal commissario. 

Quando potranno partire in Emilia-Romagna, dove ieri sono state superate 2 milioni di dosi somministrate? La Regione tace, per ora. Ma la parole di ieri dell'assessore alla Salute Raffaele Donini lasciano pensare che la macchina organizzativa non si faccia trovare impreparata per altre svolte: "Più di un terzo della popolazione vaccinabile ha già ricevuto almeno una dose, quasi il 18% due. E siamo pronti a correre ancora di più e a mantenere il passo anche per i probabili, futuri richiami necessari".

E oggi ha aggiunto: "Il sistema sanitario regionale è in grado di rispondere alle richieste della struttura commissariale nazionale e di tenere il passo con i tempi che ci vengono dati. Procediamo a ritmo spedito, confidando che continuino ad arrivare le quantità programmate di vaccino”.

Vaccinati in Italia e nelle regioni, grafico Fondazione Gimbe

Rissa tra assessore e medici di base in Emilia Romagna - Vaccino agli over 40, la data chiave in Lombardia

Vaccino over 50 in Emilia-Romagna: le prenotazioni

Oggi, intanto, in Emilia-Romagna sono partite le prenotazioni per la fascia di età 50-54 (i nati dal 1967 al 1971 compresi) che possono contattare al telefono il medico di base o prendere appuntamento online collegandosi al sito internet della Regione Emilia-Romagna http://salute.regione.emilia-romagna.it/candidature-vaccinazione, selezionare la classe 50-54 anni e compilare un modulo con i propri dati anagrafici e recapiti. Ogni medico di medicina generale riceverà i nominativi dei propri assistiti che si sono candidati, potendo così programmare, in autonomia o in collaborazione con l’Azienda USL, le vaccinazioni. Le somministrazioni partiranno in giugno.

Fino alle 18 sono state 45.463 le registrazioni già fissate utilizzando la procedura online.

Nel dettaglio, dall’apertura delle prenotazioni alle 18, gli appuntamenti fissati sono stati 2.412 a Piacenza, 7.807 a Parma, 2.095 a Reggio Emilia, 5.180 a Modena, 13.911 a Bologna, 1.838 a Imola, 2.699 a Ferrara, e complessivamente 9.521, nelle province di competenza dell’Ausl della Romagna, cioè Forlì Cesena, Ravenna e Rimini. 

Invece dall'inizio di queste settimana sono partite sia le prenotazioni sia le inoculazioni delle dosi a chi ha più di 55 anni. 

 

Vaccino in Emilia Romagna: numeri e tipi

L’Emilia-Romagna si conferma tra le regioni con dati più alti sulla copertura vaccinale: gli over 80 che hanno ricevuto la prima dose sono il 90%, l’87% la seconda, quindi si sta avvicinando il completamento del target. Degenti Rsa e Cra: tra 97 e 98% prima dose, 85% la seconda. Operatori sanitari: 88% prima dose, 82% seconda. E anche per gli over 60, la cui vaccinazione ha avuto inizio pochi giorni fa, il 44% ha già ricevuto la prima dose. Sono partite anche le vaccinazioni ai caregiver, circa 27mila le dosi finora utilizzate.

Per quanto riguarda gli estremamente vulnerabili (circa 1,5 milioni di persone, compreso i gravemente in sovrappeso), il 60% ha avuto somministrata la prima dose, il 31% la seconda. 

Complessivamente più di un terzo della popolazione vaccinabile è stata vaccinata con almeno una dose, quasi il 18% con entrambe.
Per quanto riguarda il tipo di vaccino utilizzato, in Emilia Romagna è stato somministrato quasi 1,5 milioni di dosi di Pfizer; 174.909 Moderna, 395.844 AstraZeneca, 19.013 J&J (dati aggiornati a ieri pomeriggio).

Quanti sono i vaccinati in Emilia-Romagna: qui il conteggio in tempo reale