Riqualificazione, mancano i fondi ma al via i progetti

Il sindaco Vesprini: "Contiamo di avere i piani e così interecettare bandi nazionali o regionali".

Riqualificazione, mancano i fondi ma al via i progetti

Riqualificazione, mancano i fondi ma al via i progetti

La riqualificazione delle vie Nazario Sauro, Michelangelo e Gentili è considerata dal primo cittadino, Valerio Vesprini, di importanza strategica nel contesto del miglioramento complessivo della città. Ne è così convinto da annunciare che nei prossimi giorni verrà affidato l’incarico per la redazione dei relativi progetti esecutivi. Ma l’opinione pubblica sembra non seguirlo su questa strada, suggestionata com’è a parlare di mega progetti tipo quelli del porto e dell’ex fornace Branella. lo stesso sindaco ad intervenire sostenendo che il progetto di riqualificazione non è figlio di un dio minore rispetto agli altri, tant’è vero che in qualità di titolare della delega ai lavori pubblici l’ha fatto inserire nel programma triennale delle opere pubbliche 2024-2026 con un impegno di spesa cumulativa pari a 1.500.000 di euro che si prevede di finanziare con l’alienazione di beni immobili comunali. Qui, però, sta la debolezza del progetto dato che il Comune ha poco o nulla da mettere in vendita. Unico stabile in suo possesso di un certo valore è l’ex silos che però non si riesce a vendere. Sono andate deserte infatti tutte le aste tentate nonostante si sia provato a ridurne il prezzo base iniziale: "In effetti – dice il sindaco – è molto difficile trovare una soluzione per quella struttura. In ogni modo per le tre opere di cui sopra, a cui teniamo in modo particolare, cercheremo altre forme di finanziamento". Secondo lui, predisporre, come avvenuto nel passato, un elenco di opere da allegare al bilancio di previsione senza la consapevolezza che possano essere finanziate, è fatica sprecata. Tuttavia spiega di avere una precisa strategia da seguire, finalizzata all’ottenimento di fondi per finanziare le opere dell’elenco. Consiste nel non formulare un programma di lavori contenente tutto e di più, bensì composto da un numero limitato di interventi su cui puntare con convinzione e concretezza. Il piano triennale delle opere 2024-2026 individua essenzialmente tre interventi da realizzare: le riqualificazioni delle vie Nazario Sauro, Gentili e Michelangelo con un impegno di spesa ciascuno di 500mila euro. Molto probabilmente non sono sufficienti. Ecco allora come cercheranno di fare: "Nei prossimi giorni daremo l’incarico per l’elaborazione dei progetti che approveremo con immediatezza, dopo di che utilizzeremo bandi nazionali e regionali per l’intercettazione dei fondi necessari. Il fatto di avere progetti pronti ci favorisce nei confronti dei comuni concorrenti".

Silvio Sebastiani