Pier Paolo Padovani aveva 29 anni (foto Businesspress)
Pier Paolo Padovani aveva 29 anni (foto Businesspress)

Ferrara, 14 dicembre 2019 - Una folla commossa formata da amici e conoscenti si è stretta, questa mattina, alla famiglia di Pier Paolo Padovani, il giovane di 29 anni morto a Cona per meningite lo scorso 25 novembre. In una chiesa di Quacchio gremita ben oltre la capienza da tutti coloro che hanno incrociato la strada di Padovani nel corso della sua vita, spiccava anche il sindaco Alan Fabbri (foto), che con gli occhiali tenuti sul viso per nascondere gli occhi gonfi ha salutato con un lungo e commosso abbraccio Libana Borsari la madre di Pier Paolo, con la quale condivide le origini di Burana.

LEGGI ANCHE: Sette sanitari indagati per il decesso 

“Siamo qui in un momento di famiglia, nel quale chiamarci tutti per nome e per partorire Pier nel mondo del cielo e della vita eterna”, ha detto nel corso della messa don Luca Piccoli, che ha celebrato le esequie del giovane. Al termine della messa, il corteo formato dai famigliari e dai tantissimi amici ha scortato nel suo ultimo viaggio la bara di Pier Paolo Padovani verso il cimitero di Quacchio.