Edera, colpo grosso con Sturari: conquistata la Coppa Italia

Per la 22enne del team forlivese anche la soddisfazione della chiamata a un raduno azzurro. Cecchi terza ai Mondiali militari.

Edera, colpo grosso con Sturari: conquistata la Coppa Italia

Edera, colpo grosso con Sturari: conquistata la Coppa Italia

Grande soddisfazione per la sezione Taekwondo dell’Edera Forlì, che si ripete a distanza di dodici mesi nella Coppa Italia: un anno fa Letizia Biserni conquistava la Coppa 2023 mentre quest’anno tocca ad Alessia Sturari, classe 2002, nella stessa categoria (-49 kg) della compagna di squadra.

Impeccabile la gara di Sturari: l’ederina vince 2-0 agli ottavi per point gap contro la lombarda Giannuzzi. Stesso identico risultato (2 round a 0) nei quarti contro la calabrese Valentina Cutrupi. In semifinale, la forlivese affronta la forte ligure Sofia Ciarlo, ma nonostante tutto vince sempre 2-0, senza rischiare nulla. In finale Alessia Sturari, ha di fronte la laziale e nazionale italiana Younma Nasri: malgrado la lotta e l’equilibrio, alla fine è la romagnola a spuntarla e ancora 2 round a 0.

In un’intera manifestazione, praticamente, la Sturari non si fa mai colpire e questo non può passare inosservato. Infatti, il direttore tecnico della nazionale ha convocato la forlivese per un raduno – che si concluderà il 22 giugno – presso il centro di preparazione olimpica Giulio Onesti di Roma. Ovviamente, grande gioia per Alessia Sturari, reduce da un brutto infortunio muscolare che l’aveva tenuta fuori dai tatami per 4 mesi.

A Roma, pur essendo una gara per cinture nere, gareggiano tra i Cadetti anche le cinture rosse Martina Mingozzi e Mattia Szabo, entrambi classe 2010: per loro due buoni incontri ma anche altrettante sconfitte che contribuiscono, comunque, a fare esperienza.

Soddisfazioni, pur se di riflesso, per l’Edera anche ai Mondiali Militari: in Corea del Sud, precisamente da Mungyeong, la forlivese Linda Cecchi, cresciuta nell’Edera Taekwondo – ora in forze al Gs dell’Esercito – conquista la medaglia di bronzo. Medaglia d’oro, invece, per la lughese Martina Corelli, che a Forlì è transitata per una sola stagione, ma fondamentale per entrare nel gruppo sportivo dell’Esercito.

u. b.