Muore dopo il matrimonio all’Hospice, chi era Ilaria Lattanzi: "Aveva un coraggio incredibile"

La 31enne si era sposata pochi giorni fa con il suo Pierpaolo durante l’ultimo ricovero in ospedale. Per anni aveva lavorato in un negozio di ottica in corso Cairoli. I colleghi: "Era una ragazza splendida"

Ilaria Lattanzi aveva 31 anni, lavorava in un negozio di ottica

Ilaria Lattanzi aveva 31 anni, lavorava in un negozio di ottica

Macerata, 26 settembre 2023 – Si è spento per sempre il sorriso di Ilaria Lattanzi, morta a soli 31 anni in seguito a una malattia: pochi giorni fa, si era sposata all’Hospice con il suo adorato Pierpaolo. La sua scomparsa lascia un vuoto profondissimo in tutti coloro che l’hanno conosciuta, stimata, amata. Ilaria lavorava da sette anni nel negozio di ottica Vista Plus di corso Cairoli. I colleghi fanno fatica a trovare le parole giuste, la voce è rotta dalla commozione: "Ilaria era unica e irripetibile, era ineguagliabile. Impossibile non innamorarsi di lei, di come parlava, dei suoi modi di fare", la ricorda Valentina Ruggeri, anche a nome di tutti gli altri colleghi del negozio.

Era una persona speciale – prosegue –, su questo non ci sono dubbi. Ha combattuto la malattia con una forza incredibile, ha sempre dimostrato un coraggio fuori dal comune, aveva reagito come una leonessa. Basta pensare che era lei a consolare gli altri, faceva coraggio a quanti le stavano attorno e le volevano bene. Diceva: ‘Dovete essere forti’. Era bella, Ilaria, anzi, era splendida. Non riusciamo ancora a credere che non ci sia più". La prima operazione lo scorso anno, poi qualche mese fa la seconda. Il ricovero all’Hospice di Macerata meno di un mese fa. Quando si è resa conto che la malattia non le avrebbe lasciato scampo, ha voluto sposare il suo Pierpaolo: il matrimonio è stato celebrato all’interno dell’Hospice di Macerata pochi giorni fa.

Sposarsi era un suo grandissimo desiderio – sottolinea la collega –, avrebbero dovuto celebrare le nozze l’anno prossimo ma, quando ha capito che non ce l’avrebbe fatta, ha deciso di anticipare e di sposarsi dentro l’ospedale. Non doveva andare così – dice Ruggeri –, non doveva morire a trent’anni". Due settimane fa i colleghi dell’ottica erano andati a trovarla all’Hospice: "Ci ha detto ‘Io ce la metto tutta – racconta Ruggeri –, lottava ancora, lo ha fatto fino all’ultimo respiro. Finché ha avuto le forze ha sempre detto che non vedeva l’ora di tornare a lavorare: Ilaria di difetti non ne aveva, era meravigliosa". Oltre al marito, Ilaria Lattanzi (in Seri) lascia i genitori Adriana e Alberto, la sorella Alice, l’amato nipote Leonardo, i suoceri Paola e Franco e il cognato Pierangelo. Ieri la camera ardente è stata allestita nella sala del Commiato della Croce Verde, mentre il servizio funebre è seguito dall’agenzia Tasso. Il funerale si svolgerà oggi pomeriggio alle 15.30 nella chiesa di Santa Maria della Pace.

Ci sono state storie – anche nella nostra provincia – di altri amori più forti di tutto, anche della morte: come quella di Diego Turi, 43 anni, che a gennaio del 2019 si era sposato all’Hospice di San Severino e poco ore dopo il suo cuore aveva smesso di battere. Più di recente, aveva commosso tutti la vicenda di Andrea Merlini, 51enne dipendente dell’Università di Macerata, scomparso a maggio di quest’anno: meno di due mesi prima aveva giurato eterno amore alla sua Monia, insegnante di Tolentino, all’Hospice di San Severino.