In programma anche rotatoria e parcheggio multipiano

Previsti 607 posti auto di cui cento pubblici. Nel nuovo piano c’è una struttura alberghiera.

In programma anche rotatoria e parcheggio multipiano
In programma anche rotatoria e parcheggio multipiano

Nel piano di ampliamento di Cpc, rientrano modifiche anche per la viabilità modenese: l’azienda, infatti, si impegna a progettare e portare a compimento a proprie spese una serie di opere pubbliche nell’area interessata dagli investimenti. Nello specifico, l’intervento vedrà la realizzazione di una rotatoria tra via delle Suore e strada Sant’Anna, una dorsale ciclabile in via delle Suore da strada Sant’Anna fino alla rotatoria di viale Finzi e il "tornaindietro" in via del Tirassegno, con la chiusura della strada.

Il piano industriale di Cpc prevede, nella fase di attuazione che verrà affrontata con la procedura urbanistica prevista dall’articolo 53 della legge regionale, la realizzazione del nuovo fabbricato Q-Zoox, per l’assemblaggio dei telai dell’autovettura completamente autonoma di Amazon, in un’area di proprietà dell’azienda.

Così come sul lato nord di via delle Suore verrà costruito il nuovo parcheggio multipiano da 607 posti, funzionale alle nuove centinaia di assunzioni previste dall’azienda, che già conta quasi mille dipendenti.

I circa 140 posti auto a piano terra saranno pubblici e utilizzabili anche come parcheggio scambiatore. "Quando pensiamo al parcheggio – spiega l’assessora all’Urbanistica, Anna Maria Vandelli – non dobbiamo immaginarci soltanto uno spazio riservato alle automobili: abbiamo, infatti, previsto sia i depositi biciclette, sia la possibilità di accedere comodamente alla mobilità sostenibile per raggiungere Modena senza fare ricorso all’auto". Oltre alle opere pubbliche, si prevede che, in cambio della de-sigillazione e della cessione completa dell’area Pro Latte al Comune, si trasferiscano le capacità edificatorie nell’area di via Delle Suore di proprietà di Innovative Solutions srl per la realizzazione di una struttura direzionale e alberghiera, il cosiddetto Hospitality, destinato all’accoglienza dei turisti. "Siamo orgogliosi – le parole del sindaco Muzzarelli – di realizzare un intervento di questo tipo di cui potrà beneficiare tutta la comunità anche attraverso viabilità, parcheggi e turismo. Stiamo parlando infatti della riqualificazione della zona nord di Modena che si pone in continuità con gli interventi che abbiamo realizzato e stiamo proseguendo: basti pensare a via del Mercato, Esselunga ed alle ex-Fonderie".