Thorstvedt diventa oggetto del desiderio

Sul centrocampista neroverde prima il Bologna, ora Fiorentina, Venezia, Atalanta e Genoa. Per il Sassuolo incasso in arrivo

Thorstvedt diventa oggetto del desiderio

Thorstvedt diventa oggetto del desiderio

E Kristian Thorstvedt? Nel gran parlare di mercato che si fa in questi giorni attorno alle uscite dal Sassuolo, il nome che si pensava potesse rincorrersi di più, è proprio quello del centrocampista norvegese, classe ’99, 34 partite e 6 gol quest’anno, sul quale radiomercato aveva acceso le luci ben prima della fine della stagione dando conto di sondaggi da parte del Bologna. E’ passato poco più di un mese, ed ecco che ‘Thor’ torna al centro di voci di mercato che, ammesso l’interesse dei rossoblu sia tramontato, lo vedono nel mirino di Fiorentina, Venezia e addirittura Atalanta. Tra i pochi all’altezza dentro la sciagurata stagione neroverde, curriculum già solido – 61 presenze nella massima serie belga, 65 in A, esperienza internazionale in Coppa Uefa e nelle qualificazioni Champion’s, oltre che con la nazionale norvegese – Thorstvedt si è segnalato, dallo scorso luglio fino a maggio, per una crescita ragguardevole che ne fa un ‘affidabile’ per più ruoli a centrocampo ed è plausibile che a lui guardino in diversi. Il già citato Bologna, ok, ma anche la Fiorentina – dalla quale rientra Lopez, potrebbe esserci aria di ticket, con i ‘viola’ – e soprattutto l’Atalanta, il cui tipo di gioco pare adatto alle qualità del norvegese, più ‘tecnico’ di quanto non ne suggerisca la ragguardevole stazza fisica. Informazioni su di lui le aveva prese anche il Genoa, ed il Sassuolo è lecito immaginare valuti quella che potrebbe essere la soluzione migliore tanto per il Sassuolo quanto per il tesoriere neroverde, anche alla luce di un investimento on indifferente fatto per portarlo in Italia nel 2022.

Quando, per strapparlo al Genk, la dirigenza mise sul piatto una decina di milioni di euro, blindandolo poi di conseguenza – il contratto di Thorsvedt scade nel 2027 – con un robusto quinquennale. Che oggi diventa comunque argomento di trattativa che qualche garanzia alla dirigenza neroverde, quanto a remunerazione della (probabile, se non certa) cessione, la da’. Altre, di garanzie, agli uomini mercato neroverdi derivano anche, perché no, dalla statura internazionale del giocatore stesso, nel senso che non sono da escludere interessi anche da parte di società estere: da quando ha debuttato tra i pro, Thorstvedt ha già giocato in Norvegia, Belgio e Italia, varcare un’ulteriore frontiera non dovrebbe essere un problema per lui.

s. f.