Anziano ricoverato in terapia intensiva per il Covid 19
Anziano ricoverato in terapia intensiva per il Covid 19

Padova, 28 ottobre 2021 - Focolaio Covid 19 ad una festa per il 50esimo di matrimonio: quattro contagiati in terapia intensiva sono gravi. Quattro anziani, tre uomini e una donna, sono rimasti contagiati dal Covid durante una festa per il 50esimo di un matrimonio. 

Covid, il cuoco scrive: "È una dittatura". Il medico non lo vaccina

Covid Veneto, con 508 nuovi casi è la terza regione con la diffusione più alta - Covid Padova, marito e moglie no-vax lottano tra la vita e la morte in terapia intensiva - Covid oggi Emilia Romagna: bollettino Coronavirus 28 ottobre 2021. Dati e contagi

Dopo essere giunti all'ospedale di Padova sono stati trasferiti quasi subito in terapia intensiva dove ora versano in gravi condizioni.  Hanno un'età tra i 70 e gli 80 anni, e sono gravi, rende noto l'Azienda Ospedaliera di Padova. Tra loro anche una delle coppie che festeggiava l'anniversario di nozze. Il focolaio sarebbe esploso durante un pranzo svoltosi domenica scorsa, nel Padovano. 

Nel giro di un paio di giorni, i quattro hanno accusato i primi sintomi dell'infezione. Ma quando sono arrivati al pronto soccorso le loro condizioni erano già serie e in rapido peggioramento, e sono stati trasferiti nel reparto di terapia intensiva. Secondo l'azienda ospedaliera, è la prima volta per Padova che un gruppo di persone infettate finisce così rapidamente dall'accesso in ospedale alla rianimazione.

Tutti vaccinati ma in data non recente, due con patologie

Tutti i quattro contagiati erano vaccinati contro il Covid, ma due avevano patologie pregresse. La data della loro vaccinazione non sarebbe recente. "Stiamo facendo con estrema rapidità tutti gli approfondimenti del caso - ha riferito il direttore generale dell'Azienda Ospedale Università di Padova, Giuseppe Dal Ben -. Mentre procedono le cure, abbiamo attivato immediatamente le procedure per avviare l'analisi di campioni prelevati dalle quattro persone ricoverate, che sono stati anche inviati all'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie che avrà il compito di svolgere un'accurata attività di sequenziamento. Ribadiamo con forza l'appello che le regole di prudenza, specie nel caso di assembramenti, devono essere sempre osservate scrupolosamente".

L'azienda Ulss 6 Euganea svolgerà l'indagine epidemiologica, per verificare se i contagiati ricoverati siano gli unici o ci sia un focolaio più ampio.

Virus sinciziale, neonati in terapia intensiva. Burioni: "Non abbiamo vaccino efficace" - Contagi Covid oggi: bollettino Italia del 28 ottobre. Dati Coronavirus dalle regioni