Mercatelli: "Impensabile la fusione con Urbino"

Sassocorvaro-Auditore, presentata la lista "Insieme per un futuro migliore". Il leader: "Sulla sanità dell’entroterra serve più attenzione"

Mercatelli: "Impensabile la fusione con Urbino"

Mercatelli: "Impensabile la fusione con Urbino"

"Ci saranno due opposizioni ma i veri civici siamo noi e diciamo subito che è impensabile la fusione con Urbino e che sulla sanità serve maggiore considerazione dell’entroterra". Si è presentata ai cittadini la lista numero 3, "Insieme per un futuro migliore", capeggiata da Livio Mercatelli, noto ai più per le sue battaglie civiche per la Sanità Pubblica.

Subito chiariti i motivi per i quali l’opposizione al sindaco uscente Grossi non ha visto un fronte unito ma due liste in competizione: "La nostra lista è una vera lista civica mentre quella capeggiata da Silvia Venerucci è legata al PD -ha spiegato Mercatelli-. Non si possono accorpare pensieri e modi diversi di portare avanti la sanità. Ho sempre pensato e combattuto per una sanità pubblica concentrando tutte le mie forze per la difesa dell’Ospedale Lanciarini che è sempre stato il caposaldo sanitario dell’alta valle del Foglia e del Metauro, evidenziando come la sinistra abbia chiuso l’ospedale e la destra non l’abbia riaperto nonostante le promesse che gli hanno permesso conquistare la Regione Marche".

Mercatelli ha evidenziato come la deliberazione della chiusura della chirurgia del maggio 2003 sia stato l’inizio della fine del Lanciarini: "Nonostante ciò ci sono rappresentanti politici di sinistra che, ancora, non l’ammettono. È intenzione della lista Insieme per un futuro migliore portare avanti questa battaglia interessando tutti i comuni dell’alta valle del Foglia e del Metauro". Altro capitolo importante presentato è riguardo alle fusioni: quella che ha unito Sassocorvaro e Auditore e quella, ancora solo nelle teorie di alcuni, con Urbino: "La popolazione del nuovo comune Sassocorvaro Auditore non ha mai raggiunto i 5mila abitanti promessi nel fare la fusione. Alla data del 31 marzo 2024 i cittadini residenti erano uguali a quelli residenti al 31 agosto 2018 e cioè 4.930. Non si può poi tralasciare il degrado lasciato in eredità in entrambi i paesi e come sarà complesso e difficile superare gli ostacoli creati con la fusione. Proprio per questo interromperemo immediatamente i disegni di incorporazione tra Sassocorvaro Auditore e Urbino ideati tra gli uscenti Gambini e Grossi. Promessa solenne, infine, è stata quella che la convenzione per la polizia locale con Urbino, Petriano e Montecalvo in Foglia, in caso di vittoria, verrà subito stracciata".

Andrea Angelini