Il Gran Hotel di Cervia

Cervia, 10 luglio 2018 - L’amministrazione comunale ha preso possesso sia della terrazza che dello stabilimento balneare del Grand Hotel. A breve ci sarà un intervento di riordino e pulizia nell’area cortilizia e inoltre sono iniziati i lavori per assicurare una porzione di spiaggia libera disponibile per tutti.

La concessione demaniale marittima rilasciata nel 2012 è stata dichiarata decaduta, venendo a meno il rapporto di fiducia a causa di mancati pagamenti allo Stato per 227.752 euro per la terrazza e del cattivo uso, incuria e abbandono della struttura dello stabilimento balneare e altre inadempienze della Società Grand Hotel Cervia S.r.l, così come prevede il Codice della Navigazione.

Già nei mesi scorsi anche le chiavi della terrazza erano state consegnate al Comune, in qualità di ente proposto alla gestione delle funzioni amministrative in ambito demaniale marittimo e l’Amministrazione ha affidato il servizio di vigilanza dell’immobile ad un Istituto specializzato. L’edificio infatti dal 2014 è nello stato di totale abbandono con conseguenti danni alla struttura ed una situazione di complessivo degrado che costituiscono grave pericolo, sia per la sicurezza pubblica e privata, che per la salvaguardia della terrazza bene demaniale di pertinenza dello Stato.

“Abbiamo tutelato la legalità e posto le basi per poter rilanciare, mediante future procedure ad evidenza pubblica il comparto del Grand Hotel e della sua spiaggia – spiega il sindaco Luca Coffari -. In accordo con la Coop bagnini fino al termine delle procedure, lo stabile del bagno sarà perimetrato e messo in sicurezza, mentre la spiaggia sarà utilizzabile come spiaggia libera, con garanzia di pulizia e servizio salvataggio. Inoltre abbiamo emesso alcune ordinanze per rendere almeno decoroso il fronte e la zona della fontana del Gran Hotel. Speriamo che le procedure di asta giudiziaria in corso possano risolversi positivamente”.