Faenza (Ravenna), 6 febbraio 2021 - Una donna italiana di 46 anni, Ilenia Fabbri, è stata ritrovata morta questa mattina a Faenza, in un condominio di via Corbara. Si sospetta un omicidio con un'arma da taglio. Sul posto sono intervenuti oltre alla squadra Mobile della polizia, agenti del commissariato di Faenza e della polizia Scientifica. Sul posto anche il pm di turno Angela Scorza e il Procuratore capo facente funzione Daniele Barberini.

Aggiornamenti Chi era Ilenia Fabbri. La separazione poi una nuova vita - La Scientifica torna in via Corbara, parenti sotto torchio

La polizia ha sequestrato un coltello per capire se possa trattarsi dell'arma del delitto. Altri rilievi verranno compiuti sul cellulare della vittima. Al momento sembra che in zona non ci siano telecamere di videosorveglianza.

Secondo le prime notizie disponibili lanciare l'allarme verso le 6 è stata una amica della figlia della defunta che si trovava ospite nell'appartamento per la notte. Al loro arrivo, la polizia ha trovato la vittima con un profondo taglio alla gola.

Al momento del delitto, l'ex marito della vittima si trovava in viaggio assieme alla loro figlia: i due erano partiti dopo le 5 quando la donna era ancora viva. E l'allarme alla polizia è stato dato proprio dalla figlia avvisata telefonicamente dalla sua amica rimasta nella casa di via Corbara.

Secondo quanto ricostruito finora, l'amica ospite nell'appartamento del delitto, ha chiamato l'amica, e figlia della vittima. Ha detto di essere spaventata per via del trambusto, che c'era una persona in casa e che lei si era chiusa in camera.

I poliziotti di una Volante sono allora intervenuti ipotizzando un furto in corso: ma al loro arrivo, hanno trovato la porta del garage aperta e, poco più avanti, in un vano usato come cucina, hanno scoperto la 46enne senza vita in una pozza di sangue. 

image

Il Procuratore Barberini, al termine del sopralluogo sulla scena del crimine, ha affermato che "Le indagini sono a 360 gradi" su un fatto "drammatico che purtroppo coinvolge ancora una volta una donna".

La polizia in questo momento sta ascoltando varie persone in Commissariato. Tra le persone informate sui fatti che verranno ascoltate dagli inquirenti, figurano la figlia, il marito da cui si era separata, l'attuale compagno, l'amica della figlia che ha lanciato l'allarme e alcuni tra vicini di casa e amici. Presente anche il dirigente della Mobile ravennate, Claudio Cagnini.

Questa settimana l'Emilia Romagna ha pianto un'altra vittima: lunedì sera in Puglia la riminese Sonia Di Maggio, 29 anni, è stata scannata con un coltello da sub dall'ex fidanzato mentre si recava con il compagno Francesco Damiano al supermercato per comprare un pacco di pasta e un litro di latte, in Salento.

image

Le statistiche. Nel 2020 sono state 112, secondo il Servizio analisi criminale della Polizia le donne uccise volontariamente nel nostro Paese. Se si vanno ad analizzare i dati, si scopre che 21 sono state ammazzate in Lombardia. La regione con capoluogo Milano è seguita dal Piemonte, con 15 vittime tutte in ambito familiare/affettivo mentre in Basilicata, Molise, Umbria e Valle d’Aosta non si sono registrati omicidi. L’anno precedente in testa c’era sempre la Lombardia, con 18 delle 111 donne uccise, seguita da Emilia Romagna (14) e Lazio (12).

false