Ancona, 10 giugno 2017 - E’ la musica la grande protagonista di ‘Ancona Estate 2017’. Non che l’eclettico cartellone difetti nelle altre forme d’arte e intrattenimento. Ma fra rock, pop, jazz, elettronica, dance e classica, le sette note risuoneranno sempre e quasi ovunque nei prossimi tre mesi. Soprattutto alla Mole, cuore dell’intero programma. Il festival ‘Spilla’ per la prima volta avrà due nomi di punta: Rag’n’Bone Man, che il 19 giugno farà ascoltare dal vivo l’hit-tormentone ‘Human’, e i Lumineers, una delle migliori band dell’ultimo decennio, che chiuderanno in bellezza l’11 luglio. Tra gli altri nomi, la cantautrice inglese Lucy Rose, il romano Wrongonyou e l’islandese Soley.

Lo storico ‘Ancona Jazz Summer Festival’ il 18 luglio ospita il trombettista Enrico Rava, forse il più grande jazzista italiano. Si inizia il 10 con ‘Il jazz nelle colonne sonore’ e si va avanti fino al 22 con Sergio Caputo. In mezzo, il trio Dado Moroni, Luigi Tessarollo e Ares Tavolazzi (ex Area), l’Harold Lopez- Nussa Trio e il Jack Walrath Sextet. Immancabile ‘Sconcerti’, da sempre foriero di proposte inconsuete e vere chicche. Si va dall’anteprima nazionale degli australiani Kava Kings ai pesaresi Camillas, finalisti a Italia’s Got Talent 2015, da William Wilson ai Gentlemens, da Makai e Campos. Sulla stessa linea il ‘Molecola Festival’, che dal 27 luglio ospiterà Lucio Corsi, Giorgio Poi e Paolo Benvegnù. Più ‘estremo’ è il festival Acusmatiq (28-30 luglio), visto che l’elettronica non è per tutti. Stavolta però ci sono i Plaid, un pezzo di storia del genere.

C’è molta musica anche in ‘Sensi d’estate’ del Museo Omero, che inizia con il cabaret del popolare Max Paiella e prosegue con l’omaggio a George Gershwin di Clio Gaudenzi & Gershwin Quintet, la ‘Jumble Music’ di Massimo Valentini e la Fisorchestra. Inteatro Festival prima di trasferirsi a Polverigi presenterà un intenso focus sull’India (sabato 24) incentrato sulle attività dell’Attakkalari Centre For Movement Arts e la prima assoluta di ‘Azioni’ dello svizzero Yan Duyvendak, particolarissima ‘assemblea pubblica-performance’ sul tema delle migrazioni (martedì 27 al mercato del Piano). ‘La Punta della Lingua’ porterà la poesia in città e a Portonovo, dove sono attesi fra gli altri Walter Siti, celebre scrittore e grande studioso di poesia, e Mircea Cartarescu, il più importante poeta romeno.

Musica anche sulla splendida terrazza del Museo Archeologico, con i concerti degli Amici della Musica. La Pinacoteca declinerà il tema dell’arte in tutte le sue forme. Da non perdere la mostra ‘Da Tiziano a Tiziano’, ma anche eventi speciali come ‘Cena con delitto’ e ‘Notte al museo’. L’assessore Paolo Marasca spiega: «Abbiamo voluto seguire la linea degli ultimi anni, con i festival principali alla Mole, capaci di attirare anche gente da fuori, e l’attenzione agli altri luoghi simbolo della città». Stasera, intanto, party di apertura al Lazzabaretto. Sarà solo l’inizio.

Folklore e molto altro: tutti gli eventi nei quartieri