Dimissioni di Sgarbi: "Ma ad Ancona le mostre si faranno"

Il critico d’arte rassicura e rilancia: "Così sarò anche più libero di muovermi. Aggiungiamo un’esposizione sulla scultura nel Rinascimento"

Vittorio Sgarbi alla Mole con l’assessore Bertini per l’inaugurazione della mostra
Vittorio Sgarbi alla Mole con l’assessore Bertini per l’inaugurazione della mostra

Ancona, 4 febbraio 2024 – Le dimissioni di Vittorio Sgarbi da sottosegretario alla Cultura non avranno ripercussioni sulla mostra ‘Dal Futurismo all’Informale. Capolavori della collezione del Mart’ e soprattutto sugli appuntamenti in cartellone alla Mole Vanvitelliana da maggio a dicembre prossimi. Cartellone che, addirittura, dovrebbe arricchirsi di un evento in più. A raccontarlo al Carlino è lo stesso ex Sottosegretario Sgarbi, contattato ieri: "Alle tre mostre già in programma alla Mole ne aggiungeremo una quarta dedicata alla scultura nel Rinascimento delle Marche – spiega il critico d’arte al centro di una serie di inchieste che l’hanno portato a presentare le sue dimissioni l’altro ieri – Non c’è alcun rischio di cancellazione di quelle mostre su Ancona, anzi, visto che non sono più Sottosegretario avrò la possibilità di muovermi più liberamente. È molto probabile, al contrario, che qualora fossi rimasto in carica avrei avuto dei problemi nell’occuparmi di quelle mostre, di inaugurarle, visitarle e così via. Invece così non avrò alcun ostacolo. Certo, verrò ad Ancona nella splendida Mole Vanvitelliana per le inaugurazioni di quelle mostre".

Lo ricordiamo si tratta di eventi di altissimo spessore, da De Dominicis a Serafini passando per il Rinascimento Adriatico. Intanto all’interno delle sale del Lazzaretto è in corso la mostra sul Futurismo. L’esposizione, nata da un’idea proprio di Sgarbi, a cura di Alessandra Tiddia, doveva chiudersi il primo aprile, ma è stata prorogata fino a giugno. Sembrava più incerta la situazione per le altre mostre ideate e volute dall’ex membro del Governo, in programma da maggio prossimo a dicembre 2025. Stando a fonti del Comune di Ancona, le iniziative in questione erano state annunciate e messe in calendario, ma ancora non c’erano previsioni economiche. Le dichiarazioni di Sgarbi confermano invece gli appuntamenti.

p.cu.