Coronavirus, contagiata un'infermiera del Mazzoni
Coronavirus, contagiata un'infermiera del Mazzoni

Ascoli, 19 settembre 2020 - Il Covid-19 non allenta la morsa nel Piceno. Anche ieri (i dati sono aggiornati al tardo pomeriggio) il laboratorio di biologia molecolare dell’ospedale ‘Mazzoni’ diretto da Antonio Fortunato ha rilevato 14 positività su circa 300 tamponi processati.
"Un numero alto – dice il direttore del laboratorio analisi del nosocomio ascolano – e ancora non abbiamo finito di analizzare un centinaio di test che usciranno in serata tardi. Dei 14 positivi la maggior parte riguardano contatti di persone già contagiate. La carica virale rimane ancora medio/alta in quasi tutti, tranne in uno in cui era un po’ più bassa".
 

Le scuole resteranno chiuse ad Acquaviva, come scrive il sindaco Rossetti su Facebook: "A seguito della segnalazione di un caso di positività è stato attivato il protocollo dell’Asur e domani (oggi per chi legge) sono sospese le lezioni della primaria e della secondaria".
E tra i positivi al Coronavirus degli ultimi giorni c’è anche un’infermiera dell’unità operativa complessa di cardiologia dell’ospedale ‘Mazzoni’. La direzione sanitaria ha fatto sottoporre a tampone tutti i colleghi del turno di lavoro della donna e alcuni tecnici di radiologia che hanno avuto un contatto con l’operatrice sanitaria.

Covid Ascoli, già due positivi nelle scuole - Il bollettino Covid del 19 settembre

"Il reparto – rassicura il direttore dell’Area vasta 5, Cesare Milani – è aperto e funzionante. Abbiamo fatto fare il tampone solo ai medici e agli infermieri che avevano fatto il turno con lei. Oltreché ai tecnici di radiologia che sono saliti in reparto quando c’era la positiva. Se risultano negativi, come speriamo, non dovranno effettuare la quarantena. Naturalmente l’infermiera non ha contratto il virus Sars-Cov-2 dentro l’ospedale, dove tutti coloro che vi accedono, dai pazienti al personale, sono sottoposti a tampone".
 

E sempre al nosocomio ascolano, anche ieri sono state molte le persone convocate dal Servizio di igiene e sanità pubblica diretto da Claudio Angelini per l’effettuazione del tampone nella tensostruttura allestita davanti alla piastra ambulatoriale. Perlopiù contatti di positivi. Proprio del difficile lavoro di tracciamento di quest’ultimi si sta occupando il Sisp. Secondo l’ultimo bollettino del Gruppo operativo regionale per l’emergenza sanitaria le persone che nella provincia di Ascoli si trovano in isolamento domiciliare fiduciario sono 468, di cui 405 asintomatiche e 63 sintomatiche. Il Piceno è terzo dopo la provincia di Pesaro che ne ha 666 e la provincia di Ancona che ne ha 630. Seguono la provincia di Macerata per quarta con 285 cittadini e quella di Fermo, ultima, con 145. Negli ospedali dell’Area vasta 5, e dunque il ‘Mazzoni’ di Ascoli e il ‘Madonna del Soccorso’ di San Benedetto, non ci sono ricoverati per Covid-19.