Covid, il bollettino di oggi: 37 contagi in Emilia Romagna (Foto Ansa)
Covid, il bollettino di oggi: 37 contagi in Emilia Romagna (Foto Ansa)

Bologna, 13 agosto 2020 - Sono giovani, molto più giovani dei malati di marzo, tanto che l'età media si sta nettamente abbassando anche a livello nazionale. E molti rientrano dalle vacanze già positivi al virus: tanto che il ministro per la Salute Roberto Speranza ha decretato l'obbligo di test per tutti coloro che rientrano da Croazia, Grecia, Malta e Spagna. Resta il fatto che il numero di casi, anche nella nostra regione, aumentano giorno dopo giorno. Ieri sono stati 41, metà dei quali tra Bologna e Ravenna; i positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 37. Il dato emerge dal bollettino sul Coronavirus di oggi, 13 agosto.

Approfondimento Coronavirus, bollettino di oggi 13 agosto. Dati e tabelle sul Covid nelle regioni

Di questi 37, 20 sono asintomatici, individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia Romagna i casi di positività salgono a quota 30.257.

Sul totale dei 37 nuovi casi, più della metà (20) era già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone. I casi riconducibili a focolai già noti sono 17, 14 quelli collegati a vacanze o rientri dall’estero.

Dei 20 asintomatici, 7 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 13 invece sono stati diagnosticati per merito dei diversi screening messi in campo dalla Regione: dai controlli pre-ricovero ai test specifici per le categorie lavorative più a rischio fino ai controlli per chi rientra dall’estero e si ritrova in isolamento fiduciario.

L'indice Rt dell'Emilia Romagna scende a 0.77. Questo l'esito del monitoraggio settimanale del Ministero della Salute pubblicato oggi. Si tratta del numero che indica quante persone è in grado di contagiare ogni positivo al Covid.

A Bologna i numeri più elevati

Per quanto riguarda la situazione nelle province, i numeri più elevati si registrano a Bologna (14). Sul totale dei nuovi positivi individuati in provincia di Bologna, più della metà (8 casi) erano già in isolamento domiciliare al momento del tampone, e complessivamente sono 10 quelli riconducibili a focolai già noti. I casi di rientro dall’estero sono 5, di cui due di ritorno dalla Romania mentre gli altri 3 erano stati in vacanza rispettivamente in Croazia, in Spagna e a Malta.  

tamponi effettuati ieri sono 7.168, per un totale di 752.657. A questi si aggiungono anche 1.348 test sierologici.Invariato fortunatamente il numero di decessi, che resta 4.298.

La mappa dei contagi

I nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono alla provincia in cui è stata fatta la diagnosi, sono così distribuiti a livello provinciale: 4.683 a Piacenza (+3, di cui 1 sintomatico), 3.819 a Parma (+5, di cui 2 sintomatici), 5.187 a Reggio Emilia (+6, di cui 2 sintomatici), 4.208 a Modena (+4, di cui 3 sintomatici), 5.413 a Bologna (+14, di cui 5 sintomatici); 438 casi a Imola (invariato), 1.104 a Ferrara (invariato); 1.200 a Ravenna (+3, tutti sintomatici), 999 a Forlì (invariato), 852 a Cesena (+1, sintomatico) e 2.354 a Rimini (+1, non sintomatico).

Casi attivi, 20 in più

casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 1.827 (20 in più di quelli registrati ieri).

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 1.744 (+19 rispetto a ieri), circa il 95% dei casi attivi. Restano 4 i pazienti in terapia intensiva, mentre sale il numero di quelli ricoverati negli altri reparti Covid: 79 (+1).

Le persone complessivamente guarite salgono a 24.132 (+17 rispetto a ieri): 91 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.041 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Il Covid in Italia, i contagi salgono ancora

Nuova crescita dei contagi da Covid-19 in Italia. Continua infatti l'incremento giornaliero secondo quanto si apprende dal consueto bollettino del Ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore, i nuovi positivi sono stati 523, contro i 481 di ieri. Il totale dei positivi segna a oggi quota 252.235. La regione con più casi è il Veneto (84), seguito da Lombardia (74), Liguria (63). Soltanto in Valle d'Aosta non si registrano casi. In calo i deceduti, 6 (ieri erano stati 10).

Gli attualmente positivi sono 14.081 (+290). Lieve aumento per ricoverati con sintomi: sono 786, 7 in più rispetto a ieri. In leggero aumento anche i ricoverati nelle terapie intensive, sono 55 (+2 rispetto a ieri). Il totale dei dimessi e guariti segna il numero di 202.923 (+226), mentre in isolamento domiciliare si trovano 13.240 12.959 persone (+281).

I dati delle regioni: la tabella

I test dall'estero

L'assessore regionale alla Salute, Raffaele Donini, ha spiegato che torna da Croazia, Grecia, Spagna e Malta in Emilia Romagna non dovrà fare quarantena, nemmeno in attesa del test. I tamponi o, più probabilmente, i test rapidi verranno fatti già nel luogo d'arrivo dove si riuscirà ad organizzare. Altrimenti, chi rientra da questi Paesi deve contattare il proprio Dipartimento di salute pubblica per eseguire entro 48 ore dall'arrivo il test. Ecco le modalità individuate dalle diverse Ausl.

Protocollo badanti

Inoltre, da oggi è operativo il protocollo che impone alle persone che arrivano da Paesi extra Shengen (è esclusa la Gran Bretagna), Romania e Bulgaria di autosegnalarsi al Dipartimento di Sanità Pubblica competente per territorio, ai fini dell'autoisolamento di 14 giorni e dell'esecuzione dei tamponi di controllo. Tutti questi viaggiatori verranno sottoposti a tampone nasofaringeo e, anche se negativo, a un secondo tampone entro 7 giorni e comunque entro la fine del periodo di isolamento fiduciario.

Le altre notizie

La situazione nel mondo

Coronavirus, Miozzo (Cts): se i contagi salgono lockdown inevitabili

Turismo in crisi senza stranieri

Turista francese infettata a Fano