Bologna, 26 settembre 2021 - In Emilia Romagna oggi la curva del contagio da covid resta stabile: si è verificato infatti un decesso (a Parma, una donna di 73 anni) e 340 nuovi positivi (come ieri) su 25.931 tamponi eseguiti, con un tasso di positività dell'1,3%, in salita rispetto allo 0,91% di ieri. Aumentano i guariti (+177), in leggero calo i ricoveri. Sono 6 milioni e 408mila dosi somministrate Il 96,88% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi.

L'aggiornamento Covid, il bollettino del  27 settembre 2021

Green pass 15 ottobre: le Faq sul nuovo decreto -  Il bollettino in ItaliaVeneto, il bollettino di oggi: + 316 

Covid: i dati di oggi, 26 settembre, in Emilia Romagna

L'età media nei nuovi positivi è di 36,8 anni. Dei nuovi contagiati, 128 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 135 erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone, 180 sono stati individuati all'interno di focolai già noti. Sui 128 asintomatici, 85 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 2 con lo screening sierologico, 28 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 3 tramite i test pre-ricovero. Per 10 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 73 nuovi casi, seguita da Ravenna (53), Modena (47), Parma (40) e Reggio Emilia (34); poi Rimini (31), Forlì (22), Piacenza e Ferrara (entrambe 12). Quindi Cesena (10) e, infine, il Circondario Imolese (6).

Le persone guarite, sono 177 - 395.251 il computo generale - mentre i casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 162 in più rispetto a ieri (13.942 in totale): di questi, le persone in isolamento a casa con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 13.508 (+159), il 96,88% del totale dei casi attivi.

Oggi una vittima

Purtroppo, si registra ancora un decesso: a Parma, una donna di 73 anni.  

I ricoveri

In leggero aumento i ricoveri nei reparti Covid non critici 386 (+3), sabili quelli nelle terapie intensive 48 (invariato), così suddivisi: 4 a Piacenza (invariato rispetto a ieri); 4 a Parma (invariato); 2 a Reggio Emilia (invariato); 5 a Modena (invariato); 15 a Bologna (-1); 3 a Imola (invariato); 4 a Ferrara (invariato); 2 a Ravenna (invariato); 2 a Forlì (invariato); 1 a Cesena (invariato); 6 a Rimini (+1).

La terza dose in Emilia Romagna

Intanto, l'Emilia Romagna si sta attrezzando per allargare la somministrazione della terza dose del vaccino a tutti gli over 80, a tutti gli ospiti delle Rsa e ai medici che operano nei reparti più a rischio: questa è stata la decisione persa nella riunione del Cts di ieri. In Emilia Romagna, il 97,72% degli over 80 ha completato il ciclo vacicnale (fonte Agenas) ma nella maggior parte dei le iniezioni risalgono a sei mesi fa. E' stato quindi deciso che è necessario proteggere i grandi anziani con una 'dose booster' che innalzi di nuovo le difese immunitarie. Lo stesso discorso vale per gli ospiti delle Rsa, indipendentemente dalla loro età: la concentrazione di persone fragili, spesso affette da malattie croniche, in comunità numerose espone questi luoghi al rischio di focolai molto violenti.

Bollettino in Italia: i dati aggiornati

Sono 3.099 i positivi di oggi (ieri 3.525) a livello nazionale, con 44 vittime (ieri erano state 50): ecco i dati aggiornati sulla pandemia in Italia. Sono stati eseguiti 276.221 tamponi, con un tasso di positività all'1,1%. In calo le persone ricoverate in ospedale con sintomi che sono 3.435, in calo di 62 da ieri, mentre i ricoverati in terapia intensiva sono 483 (+2). Sono 4.427.373 i guariti (+3.385) e 102.244 gli attualmente positivi (-330).

Covid: le notizie di oggi

Green pass, vice questore di Roma in piazza: "Illegittimo". E scatta l'azione disciplinare

Green pass e test salivari: quali sono validi per la carta verde

Non vaccinati: padre e figlio gravi a Pesaro

Green pass a messa, il vescovo di Modena dice no

Green pass a messa, il vescovo di Modena dice no