CronacaCovid, nuove regole 2023: cosa cambia in Emilia Romagna e Marche
np_user_4025247_000000
IRMA ALBERTINI
Cronaca

Covid, nuove regole 2023: cosa cambia in Emilia Romagna e Marche

Quanti giorni dura l’isolamento, le disposizioni su asintomatici, tamponi, contatti stretti e mascherine: la circolare del Ministero spiegata bene con tutte le novità

Bologna, 2 gennaio 2023 – Tra le novità di questo 2023 non mancano certo le disposizioni sulla gestione del Covid-19. Sebbene silenzioso e messo un po’ da parte dall’influenza stagionale, il Covid circola ancora, come racconta la curva dei contagi dalla Cina. In merito, è arrivata la circolare del ministero della Salute che spiega cosa fare se si è positivi, come funziona la quarantena e fino a quando si devono portare le mascherine.

FocusTamponi Covid in aeroporto per chi arriva dalla Cina, a Bologna nessuno li fa

Leggi ancheCovid, mascherine e smart working se la situazione peggiora: la circolare del ministero

Covid, cosa cambia: tampone positivo, cosa fare

Le novità riguardano la modalità di gestione per i positivi, gli asintomatici e delle quarantene. Il ministero della Salute ha innanzitutto ridotto a 5 giorni la durata dell’isolamento per chi è positivo asintomatico, anche in assenza di tampone negativo.

Come spiega la nota: per i casi che “sono sempre stati asintomatici e per coloro che comunque non presentano sintomi da almeno due giorni, l’isolamento potrà terminare dopo 5 giorni dal primo test positivo o dalla comparsa dei sintomi, a prescindere dall’effettuazione del test antigienico o molecolare”.

Inoltre, per chi è sempre stato asintomatico l’isolamento potrà terminare ancor prima dei 5 giorni, purché il test antigenico o molecolare dia esito negativo.

Diversamente, per soggetti immunodepressi l’isolamento può concludersi solamente dopo un periodo minimo di 5 giorni dove, però, resta necessario un tampone con risultato negativo.

Gli operatori sanitari, invece, possono uscire dall’isolamento se asintomatici da almeno 2 giorni, sempre con tampone negativo.

Le nuove regole sulle mascherine

Terminato l'isolamento, per chi è risultato positivo al Covid-19 è obbligatorio l’uso di mascherine FFP2 fino al decimo giorno dall’inizio della sintomatologia o dal primo test positivo, ed è comunque raccomandato di evitare persone ad alto rischio e/o ambienti affollati. Queste precauzioni possono cessare non appena il tampone darà esito negativo

Cosa fare in caso di contatto stretto

A coloro che hanno avuto contatti stretti con persone positive al Covid si applica il regime dell’autosorveglianza. In questa fase è dunque obbligatorio indossare mascherine FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al 5 giorno a partire dalla data dell’ultimo contatto stretto. Se durante l'autosorveglianza dovessero manifestarsi sintomi è raccomandata l’esecuzione immediata di un tampone.

Le disposizioni per chi rientra dalla Cina

Tutti i cittadini che abbiano fatto ingresso in Italia dalla Repubblica Popolare Cinese nei 7 giorni precedenti il primo test positivo, potranno terminare l’isolamento dopo un periodo minimo di 5 giorni dal primo test positivo; se asintomatici da almeno 2 giorni e negativi a un test antigenico o molecolare.

Mascherine in ospedale e dal medico

Fino al 30 aprile 2023 resta l’obbligo di indossare la mascherina per i lavoratori, gli utenti e i visitatori di strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, compresi ambulatori e studi medici.