Folle aggressione: suona il campanello e riempie di pugni il padrone di casa

E’ successo a San Lorenzo in Campo. Ancora inspiegabili i motivi del gesto dell’uomo, già identificato dai carabinieri

Dopo aver suonato il campanello, l'uomo ha lasciato il padrone di casa con il volto tumefatto per le ferite

Dopo aver suonato il campanello, l'uomo ha lasciato il padrone di casa con il volto tumefatto per le ferite

San Lorenzo in Campo (Pesaro Urbino), 8 agosto 2023 – Ha suonato il campanello e quando il padrone di casa, 71enne, gli ha aperto la porta, lo ha assalito con una scarica di pugni in faccia.

Un’aggressione feroce, quanto inspiegabile, consumata in pochi istanti, dopodiché l’autore, un uomo giovane, indicativamente poco più che trentenne, si è dileguato, lasciando il pensionato con il volto tumefatto e sanguinante. 

E’ accaduto domenica sera, attorno alle 20, a San Lorenzo in Campo, in una zona residenziale vicina al centro.

Ad assistere al pestaggio, la compagna del 71enne, le cui urla hanno richiamato l’attenzione dei vicini, i quali hanno subito allertato il 118 (che ha portato la vittima al pronto soccorso di Urbino) e i carabinieri della Compagnia di Fano.

Quest’ultimi, grazie alla testimonianza della vittima e della convivente, hanno identificato in poche ore l’autore dell’aggressione e ora indagano sulle ragioni dell’atto violento, che allo stato attuale sono incomprensibili.

Di sicuro non è stato un tentativo di rapina, visto che il responsabile è fuggito senza sottrarre nulla dalla casa.