ANNA MARCHETTI
Cronaca

Giunta, l’Udc ’strappa’. A Fd’I solo due assessori

Questo l’esito del primo giro di consultazioni dei partiti con Serfilippi. Alla lista del sindaco in ballo un posto nell’esecutivo e la presidenza di Aset .

Giunta, l’Udc ’strappa’. A Fd’I solo due assessori

Giunta, l’Udc ’strappa’. A Fd’I solo due assessori

La giunta non si è ancora formata ma già si scatenano le prime tensioni tanto che l’Udc non ha condiviso il comunicato uscito ieri sera al termine dell’incontro che il sindaco Luca Serfilippi ha avuto con i partiti e le liste della coalizione. Sembra infatti che Udc, alle elezioni in lista con Forza Italia, non sia stata coinvolta nella elaborazione del documento sugli incarichi inviato al sindaco Luca Serfilippi. In quel documento FI avrebbe proposto per l’assessorato una rosa di nomi non condivisa (Mauro Talamelli, Antonino Terlizzi, Nevio Paganelli, Enzo Di Tommaso).

Inoltre Fratelli d’Italia si dovrebbe accontentare di due dei tre assessorati richiesti (in pole position Loretta Manocchi che diventerebbe anche vicesindaco e Lucia Tarsi), altri due assessorati andrebbero alla Lega (Alberto Santorelli, per il quale qualcuno parla di un super assessorato cultura-turismo-grandi eventi e Gianluca Ilari a cui potrebbe essere affidata l’Urbanistica); un posto in giunta sarebbe assicurato a Fano Cambia Passo (la scelta è tra Alessio Curzi 356 voti e Marco Bavosi 331), 1 a Forza Italia e 1 ai Civici Fano (Loredana Maghernino, per la quale dovrebbe essere pronta la delega alla Polizia locale).

Secondo questa ipotesi a Fratelli d’Italia non andrebbe la presidenza di Aset che invece potrebbe essere attribuita a Fano Cambia Passo, che ha avuto più voti della Lega e solo 133 in meno del partito della Meloni. Seguendo questa logica, alla Lega spetterebbe la vicepresidenza dell’azienda dei servizi (Alessandro Brandoni), mentre i due posti nel cda potrebbero essere ricoperti da esponenti di Fd’I e di Forza Italia. In quest’ultimo caso si farebbe il nome di Fiammetta Rinaldi.

Se si seguirà la strada della presenza nell’esecutivo di tutte le forze politiche dell’alleanza, Fratelli d’Italia dovrà rinunciare ad un assessorato con Davide Delvecchio, terzo nelle preferenze, che potrebbe essere indicato alla presidenza del consiglio comunale. Da ieri le trattative sono entrate nel vivo: il primo obiettivo è la suddivisione degli incarichi a cui seguirà la scelta da parte del sindaco Serfilippi delle persone a cui affidarli sulla base di rose di nomi proposte da partiti e liste. Nel comunicato diffuso al termine dell’incontro si fa sapere che "i coordinatori delle liste hanno definito insieme al sindaco i prossimi passi per trovare un accordo sugli incarichi. Ora ogni partito e lista si incontrerà per discutere la sintesi delle proposte fatte al sindaco". E ancora: "Tutti gli interlocutori insieme al sindaco hanno deciso di convocare la prima riunione di maggioranza con tutti gli eletti domani alle 17.30. Tutti tranne Udc".