STEFANO MANFREDINI
Cronaca

Buchel, tanto voluto e ora già con le valigie

Spal, il centrocampista arrivato dall’Ascoli a metà della scorsa stagione, ha un contratto fino al 2025. E Dossena valuta Carraro

Buchel, tanto voluto e ora già con le valigie

Buchel, tanto voluto e ora già con le valigie

Nella lunga lista di partenza biancazzurra figura anche Marcel Buchel. Il centrocampista della Nazionale del Liechtenstein ha risposto alla convocazione della Spal con un giorno di ritardo dopo aver usufruito di un permesso, ma presto potrebbe lasciare Ferrara. In maniera definitiva. Sul mediano 33enne è forte l’interesse di diversi club di serie C, su tutti Potenza e Sorrento che stanno sondando il terreno prima di affondare il colpo. C’è ancora una certa distanza tra la richiesta dei biancazzurri e l’offerta dei club interessati, ma la società di via Copparo non lo considera assolutamente un incedibile ed è disposta a trattare a oltranza.

È curiosa la storia che lega Buchel e la Spal, che dopo essersi rincorsi per un anno potrebbero lasciarsi dopo appena sei mesi di matrimonio. In molti ricordano che a gennaio 2023 il direttore dell’area tecnica Gennaro Lupo raggiunse l’accordo con l’Ascoli per il centrocampista classe 1991, che alla fine non arrivò in seguito al rifiuto di mister De Rossi. Un anno dopo – non più in serie B ma in Lega Pro – Buchel si è finalmente trasferito a Ferrara, firmando un contratto di un anno e mezzo fino al 30 giugno 2025.

Prima mister Colucci e poi Mimmo Di Carlo lo hanno utilizzato con continuità nel cuore del centrocampo, ottenendo un rendimento in linea con le aspettative. Va da sé però che Marcel Buchel non è più il giocatore brillante di qualche anno fa, quello che ha collezionato 66 gettoni in serie A e 170 in cadetteria. E per una serie di motivi facilmente intuibili si tratta di un giocatore che la società Spal cederebbe volentieri per fare posto ad un profilo con caratteristiche diverse.

Leggermente diverso il discorso che riguarda Marco Carraro, che mister Dossena sta osservando con attenzione in questi primissimi giorni di allenamento al centro di via Copparo. Rispetto a Buchel, la carta di identità gioca a suo favore (ha 26 anni) e ha la possibilità di convincere lo staff tecnico a puntare su di lui. Nella zona nevralgica del campo però l’ex allenatore della Pro Vercelli tende a puntare su atleti con un dinamismo diverso, quindi non ci sarebbe da stupirsi se in caso di richieste partisse pure lui.

Buchel e Carraro sono stati i centrocampisti di riferimento del Di Carlo-bis, due giocatori di qualità ed esperienza che nel 4-4-2 hanno interpretato bene il ruolo di mediani. Il centrocampo a tre che ha in mente il neo mister Dossena però è completamente diverso e in questo reparto così importante nell’economia di una squadra potrebbe verificarsi una rivoluzione.