Modena, 13 dicembre 2017 - Miracolo all'agriturismo La Falda di Campogalliano, sommerso ieri dalla piena. I titolari pensavano di aver perso tutti gli animali, un centinaio, intrappolati nelle stalle. Stamattina, invece, quando i vigili del fuoco sono arrivati per un sopralluogo e per cercare di drenare l'acqua che ha sommerso il ristorante, li hanno ritrovati quasi tutti vivi (FOTO). Una grandissima emozione dopo le ore d'ansia di ieri. Una decina, il bilancio effettivo, gli animali deceduti tra cui galline, capre e maiali. Gli altri invece sono salvi. 

LEGGI ANCHE - "Il fiume Secchia va ripulito o sono guai"

ANIMALI_27459559_120214

Non è l'unica storia commovente di animali, legata all'alluvione di ieri: il fiume Enza ha tracimato nel Reggiano a Brescello e rotto l’argine a Lentigione. Sono stati evacuati un migliaio di residenti, altri mille da altri paesi. Nel Parmense, a Colorno, ha tracimato il torrente Parma: l’acqua ha invaso anche il piano terra della reggia di Maria Luigia d’Austria, moglie di Napoleone. Nel Modenese è stato il Secchia a uscire dagli argini.

FIUMEFOTO_27442313_171401

La storia del cane Birillo, o almeno così è stato ribattezzato, arriva dal Reggiano: il cagnone è diventato per una mattina la mascotte dei soccorritori e delle forze dell’ordine impegnate nella zona est di Lentigione. Si tratta di un cane che vive nel cortile di una delle aziende allagate alla periferia del paese. Ed ha cercato in tutti i modi, tra una coccola e l’altra dei passanti, di rientrare dal padrone. Ma senza riuscirci a causa dell’acqua e della forte corrente. Lo ha recuperato un agente di polizia municipale, che per ore ha girato nella zona allagata per dare soccorso ai cani scappati quando l’argine ha ceduto. 

Previsioni: allerta meteo in Emilia Romagna