Tifosi violenti, il pullman dei giocatori del Ravenna calcio preso a sassate

È successo ieri durante la trasferta lombarda prima della partita tra i giallorossi e il Sangiuliano City. A lanciare le pietre sono state tre persone incappucciate

Lo spiegamento di forze durante la partita, un frame del video

Lo spiegamento di forze durante la partita, un frame del video

Cerro al Lambro (Milano), 26 febbraio 2024 – Che potesse accadere qualcosa era quasi scontato. Che si dovessero prendere le opportune contromisure perché non accadesse nulla era altrettanto scontato. Invece alla fine c’è solo da tirare un sospiro di sollievo perché non si è fatto male nessuno. Ieri, più o meno alle 13, tre incappucciati hanno atteso il pulman – dello storico fornitore dei bizantini, Gamberini – del Ravenna calcio, e lo hanno colpito con un sasso ciascuno. Tutto questo pochi istanti prima dell’arrivo della comitiva giallorossa allo stadio Ugo Guazzelli di Riozzo, unica frazione del comune di Cerro al Lambro, alle porte di Milano, dove il Ravenna era atteso dalla gara con il Sangiuliano City, gara poi terminata sul punteggio di 0-0.

"Per fortuna i sassi lanciati dai tre incappucciati hanno colpito la carrozzeria e non i vetri – racconta il responsabile della comunicazione del Ravenna, Luca Zignani – e quindi, a parte il comprensibile spavento, non è accaduto nulla di grave alla squadra e a tutti quanti erano sul mezzo. Sarà accaduto a nemmeno un chilometro dallo stadio. Visto quel che era accaduto all’andata forse queste persone pensavano che fosse il pulman dei tifosi e non quello della squadra, altrimenti non mi spiegherei l’accaduto".

Va ricordato, infatti, che la gara d’andata è stata piuttosto movimentata: prima dell’inizio della partita il pullman dei tifosi meneghini fu fatto passare, incomprensibilmente, da via Cassino dove ovviamente erano presenti i supporters giallorossi, in attesa dell’ingresso allo stadio. Un tifoso, poi identificato e colpito da Daspo, lanciò una bottiglia nel vetro posteriore del mezzo, frantumandolo. Ma non è finita qui: durante la stessa gara di andata alcuni tifosi – esattamente due – del Sangiuliano City, lanciarono in campo alcuni fumogeni. Identificati e denunciati dopo l’attività investigativa, sono stati colpiti da Daspo.