LAURA GUERRA
Sport

Giro d’Italia Donne 2024: le tappe in Emilia Romagna e Marche

Quando sarà e i percorsi delle campionesse del ciclismo femminile. Stefano Bonaccini: “Una disciplina in forte crescita. Accogliamo con piacere tutte le atlete in un anno che sarà davvero speciale per le due ruote, con la Grande partenza del Tour de France"

Il Giro d'Italia Donne fa tappa in Emilia Romagna e nelle Marche

Il Giro d'Italia Donne fa tappa in Emilia Romagna e nelle Marche

Bologna, 12 dicembre 23 - E’ stato presentato a Milano il Giro d’Italia Women firmato da Rcs e nelle sue 7 tappe, vedrà protagoniste l’Emilia Romagna e le Marche entrambe con due tappe. Si svolgerà dal 7 al 14 luglio è sarà l’ennesimo grande evento ciclistico che queste due regioni vivranno, portando pubblico e visibilità sul proprio territorio.

Con il grande ciclismo si parte infatti a marzo, con la Tirreno–Adriatico che vedrà i big del pedale arrivare nelle Marche, poi a maggio sarà tempo di Giro d’Italia professionisti con la tappa marchigiana da Martinsicuro a Fano e l’Emilia con la Riccione–Cento, poi dal 29 giugno al 1 luglio la gran partenza del Tour de France che vedrà protagonista l’Emilia Romagna e, subito dopo, il Giro d’Italia femminile che ha appena svelato il suo percorso. In un Giro che si snocciolerà da Nord a Sud, sarà la terra emiliana la prima a salutare le campionesse del pedale, il 9 e 10 luglio con le tappe Sabbioneta (MN)-Toano (RE) e Imola (BO)-Urbino (PU), ricordando anche l’iconica figura di Alfonsina Strada, prima e unica donna ad aver partecipato a un’edizione del Giro d’Italia maschile, campionessa di Castelfranco Emilia di cui l’anno prossimo si celebra il centenario della sua impresa. Due tappe tutt’altro che facili perché, avranno entrambe di finali movimentati e tutt’altro che piatti. La prima tappa sarà dunque il 9 luglio e andrà da Sabbioneta a Toano, di 111 chilometri: dopo la partenza in Lombardia, attraverserà tutta la provincia di Reggio Emilia, dalla Val d’Enza all’Appennino, attraverso i Comuni e i centri abitati di Poviglio, Castelnuovo di Sotto, Calerno, Montecchio Emilia, Bibbiano, Quattro Castella, Montecavolo, Puianello, Albinea, Scandiano, Casalgrande, Veggia, Roteglia, Ponte Secchia, La Collina. Saranno 98 abbastanza piatti ma arrivati a Ponte Secchia la strada comincerà a salire, con gli ultimi 10 km che porteranno le campionesse a salire di 600 metri in quota che appesantiranno le gambe ed escluderanno dall’arrivo già diverse atlete. Occhi aperti, dunque, per chi avrà velleità di maglia rosa. La seconda tappa, l’indomani, vedrà protagonisti i territori toccati tra Imola-Urbino snodandosi per 133 chilometri nelle province di Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, nel cuore dei territori colpiti dall’alluvione dello scorso maggio. Un percorso che toccherà Castel Bolognese, Faenza, Forlì, Forlimpopoli, Torre del Moro, Cesena, Gambettola, Savignano sul Rubicone, Montalbano, Canonica, Sant’Andrea, Ponte Verucchio, per poi entrare nel territorio della Repubblica di San Marino e da qui nelle Marche fino all’arrivo ad Urbino. Una tappa ancora più insidiosa della precedente, tranquilla fino al km 81 a Ponte Verucchio quando la carovana si butterà verso le ascese di San Marino, discesa verso Mercatino Conca e di nuovo sù verso Monte Osteriaccia e occhio alla lunga discesa che ne segue perché potrebbe essere un’ottima fuga strategica per qualche temeraria che deciderà di tentare l’impresa e macinare a tutta, i successivi 15 km in ascesa verso Urbino. Il Giro Women saluterà l’Emilia per la Frontone–Foligno vedendo protagoniste le Marche con questa prima partenza verso l’Umbria e il giorno dopo, la tappa 6 con la San Benedetto del Tronto-Chieti.

La Frontone–Foligno sarà dunque l’11 luglio e vedrà le ragazze affrontare 111 km ricchi di curvature, senza mai abbassare la guardia. Dopo il via da Frontone, toccheranno Pergola, si sale verso il gpm di Morello poi Monterosso Stazione, Sassoferrato ed entrare in umbria passando per Valdorbia, Costacciaro, Gualdo Tadino, Nocera Umbra e arrivo a Foligno.

L’indomani la tappa 6 sarà da San Benendetto del Tronto a Chieti, 155 km tutti saliscendi dove qui, si rischierà la maglia. Dal via ci si lancia subito in terra abruzzese toccando Centobuchi, su verso Torano Nuovo, poi Garrufo, Sant’Onofrio, la bella Campli, sprint a Teramo, poi Specola, Villa Vomano, Gpm a Cermignano, Penne, e l’arrivo a Chieti.

Bonaccini: “Saluto fin d’ora le campionesse del Giro d’Italia Women”  

“Il 2024 sarà davvero un anno speciale per l’Emilia-Romagna, terra che ha dato al ciclismo alcuni dei più grandi campioni di tutti i tempi. E voglio fin d’ora salutare le campionesse del Giro d’Italia Women - ha detto il presidente della Regione, Stefano Bonaccini -. Il ciclismo femminile sta vivendo una crescita importante come è giusto che sia visto il valore e l’impegno di queste atlete e sono certo che anche la prossima edizione di questa competizione saprà regalare ai tanti appassionati di questo sport grandi emozioni. Oltre a rappresentare una nuova occasione di valorizzazione del nostro territorio, a partire dai Comuni colpiti dalla alluvione del maggio scorso, e sui quali dobbiamo mantenere alta l’attenzione”.  

Le tappe:

- 1^ Tappa Brescia- brescia 14,6 km (cronometro) - 2^ tappa Sirmione Volta Mantovana 102 km - 3^ tappa Sabbioneta- Toano 111km - 4^ tappa Imola- Urbino 133 km - 5^ tappa Frontone- Foligno 111km - 6^ tappa San Benedetto del Tronto- Chieti 155k - 7^ tappa Lanciano- Blockhaus 123 km - 8^ tappa Pescara-L’Aquila 109 km