Ancona, 12 novembre 2017 - Il corpo trovato vicino Tolentino (FOTO) è quasi sicuramente quello di Renata Rapposelli, la pittrice scomparsa dal 9 ottobrequando andò a trovare a Giulianova (Teramo) l'ex marito Giuseppe Santoleri e il figlio Simone, indagati dalla Procura di Ancona per omicidio.

Come avrebbe fatto Renata Rapposelli a raggiungere Tolentino, che è completamente fuori strada rispetto al tragitto tra Giulianova e Ancona, i punti di partenza e di destinazione di quello che doveva essere il suo viaggio di ritorno a casa? E’ arrivata nella zona di Tolentino da Loreto, come indicherebbero le testimonianze dell’ex marito Giuseppe, che l’avrebbe accompagnata in auto da Giulianova, oppure dalla cittadina abruzzese è stata portata direttamente nell’entroterra maceratese?

Con l'aiuto delle mappe abbiamo cercato di ricostruire il percorso in auto che potrebbe aver portato la donna da Giulianova, dove sarebbe arrivata alle 13.05 in treno da Ancona per poi ripartire alle 13.45 sulla Fiat 600 del marito, fino a Tolentino.

RAPOSELLI_26519753_150634

Sono due i percorsi che possono essere seguiti: il più veloce è quello in autostrada fino a Civitanova, dove si può imboccare la Statale 77 della Val di Chienti fino a Tolentino, che richiede un’ora e 21 minuti; il secondo, che evita l’autostrada, passa invece per la Statale Adriatica fino a Martinsicuro, per poi prendere la superstrada ‘Ascoli Mare’, la provinciale 237 che tocca molte località terremotate, quindi imboccare la Statale 77 per tornare verso il mare, con un tragitto di due ore e 10 minuti.

Ci sono poi decine di piccole strade secondarie che potrebbero essere state imboccate nel percorso diretto da Giulianova e Tolentino.

Ciondolo con Tau e scarpe bianche, i particolari rivelatori

E se invece Renata avesse raggiunto Tolentino da Loreto? In questo caso i due percorsi, che richiedono più o meno lo stesso tempo di percorrenza, sono molto più brevi: uno è di 49 minuti e passa lungo la strada provinciale Murat, l’altro è di 42 minuti e comprende un tratto in autostrada da Loreto a Civitanova, prima di imboccare la Statale 77 verso l’entroterra.

image

Sull’identità del cadavere ritrovato a Tolentino, in una stradina laterale alla Statale, non c’è ancora una certezza matematica, che solo il Dna potrà dare, ma se davvero si trattasse di Renata, è stata uccisa? E dove? Era già morta quando è partita da Giulianova? E’ successo qualcosa durante la visita a Loreto? Oppure l’omicidio è avvenuto nella zona di Tolentino, nel luogo in cui è stato ritrovato il cadavere o nelle sue vicinanze? Tutti interrogativi cui gli inquirenti dovranno trovare risposte.

Resta difficile, comunque, pensare che la donna possa essere stata uccisa a Giulianova e con il cadavere in macchina possano essere stati fatti centinaia di chilometri, correndo un rischio enorme.

NUOVO SOPRALLUOGO -  Ci sarà presto un nuovo sopralluogo nella zona nelle campagne di Tolentino, in contrada Pianarucci, dove venerdì scorso un passante ha trovato il corpo di una donna in avanzato stato di decomposizione.