Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
7 lug 2022
7 lug 2022

Andreea scomparsa, gli amici a 'Chi l'ha visto?': "Ci diceva che Simone era violento"

Alla trasmissione tv hanno parlato alcuni amici rumeni della ragazza scomparsa da Jesi il 12 marzo scorso: "Il suo fidanzato la controllava". Poi lo sfogo disperato della madre: "Dove sei Andri? Sono quattro mesi che non ti vedo, torna a casa. Chi sa parli"

7 lug 2022
featured image
Andreea, scomparsa dal 12 marzo
featured image
Andreea, scomparsa dal 12 marzo

Ancona, 7 luglio 2022 -Ha rotto il silenzio Georgeta Croceanu, la mamma di Andreea Alice Rabciuc, la 27enne rumena barista e campionessa di tiro a segno, scomparsa da Jesi il 12 marzo scorso. Da allora della giovane non si hanno più tracce. Una scomparsa che più passa il tempo, più si tinge di giallo. Secondo quanto riferito da un amico di Andreea lei dopo la festa, una sorta di rave, in un casolare di Castelplanio sulla strada che conduce a Montecarotto, intorno alle 7, "se n’è andata incamminandosi lungo la Provinciale Montecarottese verso il bivio verso Castelbellino stazione"

La mamma di Andreaa fa un appello disperato nella puntata di ieri sera di “Chi l'ha visto?”, condotta da Federica Sciarelli: “Sono quasi quattro mesi che è scomparsa mia figlia Andreea - piange la madre in diretta tv -, di sicuro qualcuno sa qualcosa, per favore uscite fuori, abbiate il coraggio di parlare, parlate e dite la verità, qualunque cosa sia successa. Andri, dove sei amore? Sono quasi quattro mesi che che non so più niente di te, ti prego fatti sentire, torna a casa. Se anche c'è qualcosa che non va, insieme sistemeremo tutto come abbiamo sempre fatto. Non devi avere paura di niente e di nessuno, io sono pronta a fare tutto per te, ti prego torna a casa. Non ce la faccio più, sto impazzendo. Mandami un messaggio o fammi una telefonata e dimmi che stai bene". 

Alla trasmissione tv di Raitre è arrivato anche l'appello della sorella e del fratello acquisiti di Andreea, Asia e Tommaso: "Ciao Andreea, facci sapere dove sei, noi siamo la tua famiglia, dacci un segnale, qualcosa, perché ti aspettiamo da mesi e stiamo soffrendo. Qualsiasi cosa sia successa la possiamo risolvere insieme. Ci manchi, torna a casa, qui ti vogliamo tutti bene".

Gli amici: "il fidanzato era violento e la controllava"

Poi l'intervento di alcuni amici rumeni della ragazza 27enne, che hanno interpellato la trasmissione per raccontare quanto Andreaa aveva raccontato loro poco prima di scomparire. Nel racconto emerge anche lo strano rapporto che Andreea aveva con Simone (il suo fidanzato) e Omar (amico di Simone): "L'ultima volta che le abbiamo parlato era il 9 marzo, Andreea ci ha detto che Omar e Simone facevano festini invitando etranei e che spesso lei si trovava in situazioni scomode - hanno raccontato in tv -. Le abbiamo detto di non mettersi nei guai e lei rispondeva 'Non vi preoccupate per me'. Ci ha raccontato che Omar e Simone parlavano con spacciatori di origine marocchina. Molte volte Simone e Omar la obbligavano a provare prima le dosi per poi farne uso loro. Ci diceva che non aveva più il controllo del suo corpo. Lei aveva paura e ci siamo spaventati quando ci ha detto: 'Non vi preoccupate, tanto prima o poi mi faranno fuori".

"Il 9 marzo, tre giorni prima della scomparsa - proseguono nel racconto gli amici di Andreea -, le abbiamo detto che lei era cambiata, non era più la ragazza di prima, era diversa. Di Simone ci aveva raccontato che lui diventava violento e che sua mamma la umiliava chiamandola 'zingara rumena'. Ci diceva che con Simone litigavano spesso e che lei scappava per paura. Noi le avevamo detto di tornare in Romania o dalla madre, eravamo preoccupati, ma niente. E poi c'era Omar. Andreea aveva paura di lui, accampava delle pretese su di lei. Andreea diceva che Simone e Omar la controllavano e che conoscevano le sue password dei social". 

Simone: "Mai picchiato Andreea"

Pronta è arrivata la risposta di Simone, intervistato con diritto di replica da 'Chi l'ha visto': "Non è vero nulla di quello raccontato, nè tantomeno che parlavo con gli spacciatori, io vedevo tanta gente a Jesi, mica potevo sapere che lavoro facevano - si difende il fidanzato di Andreea in tv -. Se dietro la scomparsa di Andreea ci sia un giro di droga pesante? E' possibile, io non conoscevo tutto il suo privato. Probabilmente ne sanno più i suoi amici di me. Forse alcune cose me le nascondeva. La frase in cui dice che l'avremmo fatta fuori? Non è vero niente. E non ho mai letto sul suo cellulare messaggi di minacce da parte di altri. Io un violento? Non l'ho mai picchiata e non ho mai alzato le mani contro Andreaa, anzi era lei che era violenta nei miei confronti". 

Sul fatto poi che lui e Omar la controllassero, anche qui il ragazzo ribalta la situazione: "Non le imponevo nulla, aveva piena libertà di fare quello che voleva. Anzi ho il sospetto che i miei messaggi sul telefonino arrivassero anche a lei, che aveva anche un clone della mia posta elettronica così come quella di mia madre e di mia sorella. Era lei che esercitava un controllo sulle persone che le stavano intorno".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?