Ascoli, 19 settembre 2018 - A dieci giorni dal brutto gesto commesso a Misano, in occasione del Gran Premio di San Marino, nei confronti di Manzi, durante la gara della Moto2, la telenovela che riguarda Romano Fenati non è ancora terminata. Anzi, si arricchisce di una nuova puntata. Dopo il licenziamento del suo team attuale e di quello futuro, dopo la sospensione della licenza da parte della federazione e dopo la decisione della mamma Sabrina di denunciare chi ha insultato la sua famiglia in questo periodo e dopo le voci in base alle quali il pilota ascolano era stato scelto come testimonial per una campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza in pista, è arrivata una brutta notizia.

FENATI_OBJ_FOTO_33539023

La Federazione internazionale, infatti, ha deciso di inasprire la sanzione che era stata comminata al 22enne dopo i fatti di Misano. Subito dopo quella gara, infatti, a Romano sono stati inflitti due gran premi di sospensione, che la federazione ha però portato a sei, di fatto squalificandolo fino al 31 dicembre. Di conseguenza, la sua stagione finisce qui, visto che al termine del mondiale sono rimaste proprio sei gare.

Dunque, Fenny potrà tornare in pista solamente nella stagione 2019, sempre se riuscirà a trovare un team deciso a puntare su di lui. Resta da capire, a questo punto, anche in che modo si pronuncerà la federazione italiana che aveva sospeso la licenza del pilota in attesa di riesaminare il caso. Di sicuro, la squalifica sino al 31 dicembre impedirà a Fenati di partecipare ai primi test invernali nel caso in cui dovesse trovare una squadra per la prossima stagione.

LEGGI ANCHE Fenati parla dopo la follia: "Non volevo fare male a Manzi" - Fenati perdonato da Manzi

FENATIFOTOMONTAGGI_33611465_180657

LEGGI ANCHE Fenati, in campo il nonno. "Bufera assurda su di lui"