Covid-19, il contagio in Emilia Romagna
Covid-19, il contagio in Emilia Romagna

Bologna, 28 giugno 2020 - Il bollettino di oggi, 28 giugno parla di 21 nuovi contagi da Coronavirus in Emilia Romagna, di cui 16 asintomatici individuati attraverso gli screening regionali e l'attività di tracciamento. E di un solo decesso: a Bologna. Le persone guarite salgono a 23.161 (+19), l'81% dei contagiati da inizio crisi. 

Qui l'aggiornamento del 29 giugno

Leggi anche Il bollettino aggiornato del contagio in Italia

Questi i dati accertati alle ore 12 di oggi sull’andamento dell’epidemia in regione.

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 28.456 casi di positività, 21 in più rispetto a ieri, di cui 16 persone asintomatiche individuate attraverso l’attività di screening regionale. 

I nuovi tamponi effettuati sono 3.421, che raggiungono così complessivamente quota 486.730, a cui si aggiungono altri 1.129 test sierologici, fatti sempre da ieri. Le nuove guarigioni sono 19 per un totale di 23.161, l'81% dei contagiati da inizio crisi. Stabili i casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono 1.042 (uno in più rispetto a ieri).

Decessi

Purtroppo, si registra un nuovo decesso (un uomo), residente in provincia di Bologna. Complessivamente, in Emilia-Romagna i decessi sono arrivati a quota 4.253.

I numeri del contagio, provincia per provincia

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.545 a Piacenza (+1, asintomatico), 3.649 a Parma (+4, di cui 3 asintomatici), 4.892 a Bologna (+4, di cui 3 asintomatici), 1.022 a Ferrara (+5, di cui 3 asintomatici). I casi di positività in Romagna sono 4.996 (+7), di cui 1.049 a Ravenna (+1, sintomatico), 794 a Cesena (+3, asintomatici), 2.194 a Rimini (+3, asintomatici, anche questi individuati grazie agli screening regionali) e 959 a Forlì (stesso numero di ieri). Invariati i casi di positività a Reggio Emilia: 5.002; a Modena: 3.946 e a Imola: 404.

In isolamento

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 922, due in meno rispetto a ieri, l’88,4% di quelle malate. I pazienti in terapia intensiva sono 12, uno in più di ieri, quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 108 (+2).

Guariti

Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 23.161 (+19): 249 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 22.912 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Il bollettino della Protezione Civile

In Italia sono 174 oggi i nuovi contagiati da Coronavirus, stabili rispetto a ieri quando erano stati 175. Il numero totale dei casi sale così a 240.310. Oltre la metà dei
nuovi positivi al Covid (97) in Lombardia; segue l'Emilia Romagna (come detto +21). In aumento invece le vittime dopo le 8 di ieri: sono state 22, 13 delle quali in Lombardia. Complessivamente i morti salgono a 34.738.

I dati di sabato: nessuna vittima e 42 contagi

Ieri zero vittime in Emilia Romagna, ma ancora 42 contagiati, di cui 19 riguardano la provincia di Bologna e di questi 11 sono riferiti al focolaio nel sede del corriere Bartolini (oggi Brt) nella zona industriale della città. Bologna, comunque, con 333 casi attualmente attivi resta la città che paga ancora il tributo più grave alla pandemia. E' uno dei dati contenuti nei grafici aggiornati della Regione.

Leggi anche Anche il bonus vacanze è un flop. Solo tre alberghi su 100 lo accettano - Covid, oltre 10 milioni di casi nel mondo

Il focolaio di Bologna

Sono 107 le persone contagiate nella sede delle Roveri del  corriere Bartolini (oggi Brt). Il risultato dei test a tappeto (fotosu magazzinieri, dirigenti e loro familiari è, nel terzo giorno dalla scoperta del focolaio, tranquilizzante. "Sono 79 i dipendenti (77 magazzinieri e 2 autisti) trovati positivi al Covid-19, 28 sono familiari o conoscenti. A questo punto possiamo dire di avere fatto tutti i controlli, sugli ultimi 109 tamponi eseguiti tra personale amministrativo e autisti, ne abbiamo 12 positivi", spiega Paolo Pandolfi, direttore della Sanità pubblica bolognese. Il che significa che la sede non chiuderà come sarebbe successo se i numeri di oggi avessero confermato il trend di crescita di ieri. Invece la curva, per fortuna, è calata. 

Un piccolo focolaio di Coronavirus è scoppiato anche all’ex Hub. La struttura per l’accoglienza dei migranti di via Mattei, da qualche mese riconvertita in Cas, ospita circa 200 persone: di queste, otto sono risultate positive. Due di loro sono lavoratori saltuari della Bartolini, con contratti a tempo.