Bologna, 20 luglio 2021 - Ci dicono , ci diciamo: "Vaccinatevi, vacciniamoci". Santo vaccino. "Senza di lui – ha detto ieri il governatore Stefano Bonaccini – cominceremmo già a pensare di richiudere tutto". L’assessore regionale alla Saluta, Raffaele Donini, aggiunge: "Dobbiamo convincere gli ultra 60enni scoperti". Già, perché è proprio questa categoria che rischia di più: gli ammalati gravi e le vittime del Covid in quest’anno e mezzo di pandemia sono stati per la stragrandissima maggioranza dei casi gli anziani, in primis gli over 80 anni. Più in generale, quelli che devono stare più attenti sono gli over 60 anni.

Il virologo: "Green pass, bisogna rendere la vita difficile ai no vax"

L'appello di Bonaccini "Vaccino per evitare di rientrare a scuola in dad a settembre"

Vaccino Covid: ecco gli over 60 senza immunizzazione nelle Marche - Zona gialla e nuove regole per il cambio di colore: parametri, ipotesi e nodo posti letto - Colori, come cambiano i parametri: gli ultimi dati - Green pass, ministro Garavaglia: "Basta allarmismi"

Adesso che la variante Delta ha raggiunto praticamente il 70% dei contagi in Regione, è bene fare un po’ di conti, anche perché tanti medici e virologi ci raccontano da settimane che il virus modificato che arriva dall’India può fare male, e molto, anche a chi ha fatto una sole dose di vaccino e aspetta la seconda.

Covid, ecco gli over 60 senza vaccino in Emilia Romagna

Nello specchietto qui sopra vi diamo tutti i numeri. Ma proviamo anche a scorporarli e ragionarci sopra, cominciando da una domanda: quanta popolazione a rischio non ha fatto neanche una puntura oppure solo sola? Risposta: da Piacenza a Cattolica, ci sono ancora 141mila cittadini dai 60 anni in su che l’ago e la siringa non l’hanno vista neppure una volta. Questo dato può fare un po’ paura, certo, ma sono doverosi dei distinguo: ci saranno tanti no vax in questo elenco, ma va tenuto conto anche di quelle persone che per vari motivi sanitari non possono fare il vaccino e ancora di più di coloro che hanno preso il Covid a fine 2020 o all’inizio del 2021 e quindi, per legge, non possono al momento immunizzarsi, perché il virus contratto li copre e per settimane o mesi possono stare tranquilli. Zero somministrazioni comunque per 89mila 60-69enni, 45mila 70-79enni, 7mila over 80.

image

Altra domanda: quanti sono, invece coloro che non hanno fatto la seconda dose, quella che – ci assicurano i medici – garantisce anche nelle più sciagurata delle ipotesi una difesa adeguata al Covid, di sicuro la non ospedalizzazione? Qui il numero cresce e arriva a quota 320mila persone: abbiamo 320mila persone, a voler fare gli allarmisti, che se dovessero contrarre questa variante Delta del Covid potrebbero se va male finire anche all’ospedale. 186mila i 60-69enni, 112mila i 70-79, 22mila gli over 80. La mancanza della seconda dose, nella stragrande maggioranza dei casi, è dettata dal ritardo dei vaccini, soprattutto dai tempi lunghi di attesa della seconda dose. Per Astrazeneca ci vogliono mesi.