MATTEO RADOGNA
Cronaca

Una vita da incubo: prende a bottigliate il marito davanti ai figli. Moglie arrestata

La donna di 42 anni ha aggredito l’uomo davanti a i carabinieri A scatenare la sua ira alcune foto sospette sul cellulare di lui Attivato il codice rosso: è accusata di maltrattamenti aggravati

I carabinieri arrestano una donna (foto di repertorio)

I carabinieri arrestano una donna (foto di repertorio)

Ferrara, 21 aprile 2024 – La moglie arrabbiata, il marito a testa bassa. Lui indietreggia; lei, una furia. E volano le parole, le grida e subito gli schiaffi. Uno, due e poi ancora ed ancora. Il tutto davanti ai quattro figli minorenni.

Si tratta dell’ennesima lite in via Verga. Questa volta è una moglie ad avere atteggiamenti a dir poco violenti nei confronti del partner. Il marito, stanco, chiama i carabinieri per chiedere aiuto. Lei pensa che ci sia di mezzo un’altra e s’infuria spesso. Ma stavolta la situazione rischia di degenerare.

Le urla richiamano anche i vicini di casa: la donna ormai non si controlla più. Una storia di maltrattamenti in famiglia nella quale è lei a fare la parte del ‘cattivo’. Finalmente arrivano i carabinieri e, entrando in casa della coppia, vedono la donna mentre rompe una bottiglia di vetro sulle braccia del marito, con i cocci che finiscono dappertutto. Due pattuglie dei militari riescono, pur con grandi difficoltà, a sedare la lite tra i due, entrambi 42enni. La casa sembra una zona di guerra, con mobili distrutti e vestiti sparsi ovunque. Insomma, scene buone per un film dei fratelli Coen, i geni del grottesco.

Un litigio furibondo che non può passare inosservato: la donna, infatti, finisce in manette. Si attiva il codice rosso, previsto per tutelare coloro che subiscono violenze, per atti persecutori e maltrattamenti. La moglie è accusata di aver ripetutamente picchiato il marito, in alcune occasioni anche davanti ai figli.

A dimostrarlo una ventina di interventi nella loro casa di polizia e carabinieri. Per la donna quindi scatta l’arresto per maltrattamenti in famiglia. È accaduto nei giorni scorsi in via Verga.

A scatenare l’ennesima violenza da parte della compagna, alcune foto di donne nel telefono del marito e lei, prima di arrivare in casa, ha cominciato a malmenarlo per strada. Una volta giunta in abitazione, la 42enne ha aggredito più volte il marito con pugni e schiaffi, in un caso con un bastone, in un altro mordendogli la mano, il tutto condito con minacce di morte e da precisi riferimenti al denaro: "Se mi lasci devi prima darmi i soldi". Una scena che, come raccontano gli interventi di carabinieri e polizia, non è nuova: per mesi la donna avrebbe continuano a picchiare il marito in casa, usando spesso oggetti di arredamento o utensili da cucina e cucchiai in legno, fino a quando lui, l’altro giorno, non ha deciso di telefonare ai carabinieri della compagnia di Ferrara.

Sebbene l’uomo abbia rinunciato a sporgere denuncia, il magistrato di turno ha dato l’ok all’arresto nell’ambito dei provvedimenti che fanno parte del codice rosso. La donna è quindi accusata di maltrattamenti aggravati. "Risulta che l’abbia picchiato più volte", spiegano gli inquirenti. L’ultimo episodio, per l’appunto, davanti ai carabinieri che hanno visto la 42enne rompere una bottiglia di vetro sulle braccia del marito.